Differenze tra le versioni di "Ruggero III di Puglia"

 
==Biografia==
Ruggero era il figlio maggiore di [[Ruggero II di Sicilia]] e di [[Elvira Alfonso di Castiglia|Elvira di Castiglia]]; {{chiarire|fece la sua prima apparizione nelle cronache a [[Melfi]] nel [[1129]], quando con il padre ed il fratello [[Tancredi d'Altavilla (1120-1138)|Tancredi]] sedò la rivolta dei baroni, assicurandosi poi la loro fedeltà}}.
 
Dopo la sua investitura a Duca di Puglia nel [[1134]], dal momento che era posto sotto la tutela di [[Robert di Selby]], prese parte alle campagne del padre, distinguendosi nel [[1137]] contro [[Rainulfo di Alife]], che il papa [[Innocenzo II]] e l'imperatore [[Lotario II del Sacro Romano Impero|Lotario II]] avevano investito come Duca di Puglia. Il suo primo incarico di peso fu la [[battaglia di Rignano]] del [[30 ottobre]]; nella battaglia molti guerrieri esperti, come suo padre, si arresero ed altri, come il Duca [[Sergio VII di Napoli]] furono uccisi. Il coraggio di Ruggero nella battaglia lo rese famoso.
 
Nel [[1148]] appena trentenne, il Duca Ruggero morì in circostanze sconosciute ed in un luogo sconosciuto. Egli venne cantato dal poeta arabo [[Abu ed-Daw]].
 
Gli successe il suo unico fratello ancora in vita [[Guglielmo I di Sicilia|Guglielmo]], successivamente re di Sicilia.
 
==Bibliografia==
Utente anonimo