Differenze tra le versioni di "Principio di esclusione di Pauli"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
errore plurale
m (Bot: spostamento wikilink come richiesto)
(errore plurale)
Formulato da [[Wolfgang Ernst Pauli|Wolfgang Pauli]] nel [[1925]], viene anche citato come '''principio di esclusione''' o '''principio di Pauli'''.
 
Il principio di esclusione si applica solo ai fermioni, particelle che formano stati quantici antisimmetrici e hanno [[spin]] semi-intero. I fermioni includono [[protone|protoni]], [[neutrone|neutroni]], ed [[elettrone|elettroni]], i tre tipi di particelle che compongono la [[materia (fisica)|materia]] ordinaria. Il principio di esclusione è alla base della comprensione di molte delle caratteristiche distintive della materia. Esso non è valido nel caso di particelle come i [[fotone|fotoni]] e i [[gravitone|gravitoni]], poiché queste sono dei [[Bosone (fisica)|Bosonebosoni]] (ovvero, formano stati quantici simmetrici ed hanno spin intero).
 
== Fermioni e simmetria ==