Apri il menu principale

Modifiche

5 byte rimossi ,  7 anni fa
m
Fix link, - spazi inutili
|nomeAbitanti=ursaonense, ursaonés/sa, osunense/a
|cap= 41640
|prefisso= (+34) 954
|targa= SE
|mappa=
Fra i suoi figli più famosi vanno citati [[Juan de Ayala]] comandante della prima nave europea ad entrare nella baia di San Francisco e il duca di Osuna [[Pedro Telléz Giron]] viceré di Napoli.
 
Una curiosità: nel noto film di produzione italo - spagnola ''[[Professione: reporter]]'' di [[Michelangelo Antonioni]], con protagonista [[Jack Nicholson]], buona parte della vicenda è stata girata in un albergo di Osuna.
 
Il nono duca di Osuna [[Pedro de Alcantara]] e la moglie furono fra i maggiori mecenati del celeberrimo pittore [[Francisco Goya]] che li ritrasse coi figli in un famoso dipinto, in cui sono resi benissimo l'intelligenza vivace della duchessa, alla quale peraltro Goya fece un altro dipinto, e l'aspetto bonario del duca.
Le invasioni barbariche portarono i [[Vandali]] in Andalusia, il cui nome deriva appunto da loro (Vandalusia) e i Visigoti li seguirono, finché con lo sbarco degli arabo-berberi di [[Tariq ibn Ziyad]] e di [[Musa ibn Nusayr]] iniziò il lungo periodo di dominazione dei Mori. Del periodo arabo non sono rimasti molti resti di monumenti, mentre più ricco è il materiale archeologico romano anche se è nei progetti della municipalità e della regione di effettuare in un prossimo futuro una campagna di scavi nella zona dove si ritiene fosse il foro della romana Urso e del teatro, di cui sono visibili alcuni gradoni, nell'intenzione di liberarlo completamente, restaurarlo e adibirlo a spettacoli all'aperto.
 
Il Cristianesimo che si era già diffuso rapidamente in Spagna fu tollerato dai Musulmani e resistette all'islamizzazione della popolazione, che accolse come liberazione la conquista dei Cristiani sotto il cui governo passò la città. Nella seconda metà del XVI secolo Osuna divenne signoria della famiglia Telléz Giron e Filippo II diede il titolo di duca ad [[Alfonso Telléz Giron]] che fu il primo di una serie di duchi di Osuna fino alla fine del XIX secolo.
 
==Monumenti e località d'interesse turistico==
* ''Iglesia Colegial'' costruita sull'alto del colle nel [[1530]]-[[1539]] in forme rinascimentali plateresche, contiene all'interno diverse opere del celebre pittore [[José de Ribera]] detto ''lo Spagnoletto'' ([[1590]]-[[1652]]). Nella sacristia trova posto il ''Museo de Arte Sacra'' con dipinti di [[Luca Giordano]] ([[1632]]-[[1705]]), [[Alonso Cano]] ([[1601]]-[[1667]]) e di autori fiamminghi e oreficerie.
* ''Pantheon Ducal'' vi si accede da un cortile della Collegiata, fu costruito nel [[1545]] contiene le tombe dei duchi di Osuna.
* ''Torre de Agua'', dichiarata monumento nazionale, costruita dagli Almoadi nel [[XII secolo]] contiene il ''Museo Arqueologico'', aperto nel [[1961]], con importanti resti iberici e romani e copie di pezzi famosissimi i cui originali si trovano nei musei archeologici di [[Madrid]] e di [[St. Saint-Germain -en -Laye]] presso [[Parigi]].
* ''Monasterio de la Encarnacion'' costruito nel [[1611]]-[[1616]] unito all' ''Alcazar Real''.
* ''Convento de Agostinos'' del [[XVI secolo]].
* ''Parroquia de Nuestra Señora de la Asuncion'' del [[XVI secolo]].
* ''Palacio del marqués de la Gomera'' del [[XVIII secolo]] con torre.
* ''Plaza de Abastos'' dove c'era il convento di San Francesco crollato nel [[1943]], oggi è il mercato alimentare della città.
* ''Palacio de Govantes y Almera'' del [[XVIII secolo]].
* ''Posito Municipal'' del XVIII secolo è un edificio che serviva come deposito del grano di riserva da parte del comune. Nel [[1833]] fu trasformato in ospedale per gli infermi della [[guerra di Cuba]], oggi serve di abitazione.
Le feste sono quelle patronali. nelle quali, finiti i riti religiosi, si fa festa e si canta e si fanno danze tipiche, in particolare il ''[[flamenco]]'' accompagnato dal ''[[cante jondo]]'', incitamento su toni altissimi dalla [[chitarra]] e dalle [[nacchere]].
 
La festa della [[Settimana Santa]] inizia, come nelle altre città andaluse, dalla [[Domenica delle Palme]] in cui si ornano finestre e balconi di [[palme]], lasciate poi li fino alla consumazione. Ogni giorno seguente fino all'alba del [[venerdì Santo]] si fanno le processioni delle confraternite precedute dai ''pasos'', imponenti gruppi lignei rappresentanti scene della [[Passione di Gesù|Passione]] portati a braccia, e dai tamburini che battono un tempo funebre accompagnato cante jondo con invocazioni, lodi e lamentazioni di dolore al [[Cristo]] e alla [[Maria, madre di Gesù|Vergine]] di cantori specializzati. Chiudono le processioni degli incappucciati che indossano bellissimi costumi.
 
Ad Osuna si svolge anche un ''Certamen de tunas'' cioè una gara di tuna, gruppo musicale di studenti universitari che, vestiti con costumi cinquecenteschi e accompagnati da vari strumenti fanno serenate o cantano comunque per le strade (''tunar'' infatti significa vagabondare, oziare). Generalmente ogni facoltà di un'università ne ha una a ricordo dei "clerici vagantes" del [[medioevo]].