Differenze tra le versioni di "Leader di partito"

nessun oggetto della modifica
Oltre ai partiti anche le [[Coalizione politica|loro coalizioni]] possono avere un proprio leader; questo è, di solito, il leader del partito più importante della coalizione; se così non è, può trovarsi in posizione di debolezza nei confronti dei leader dei partiti coalizzati.
 
Il leader del partito è tipicamente responsabile dei rapporti con il pubblico; come tale, ha un ruolo di primo piano nella definizione della linea politica del partito (e, in particolare, dei programmi elettorali) e nella comunicazione della stessa all'elettorato; è, inoltre, il principale contatto tra il partito e i [[mass media]]. Nei sistemi [[bipartitismo|bipartitici]] o [[bipolarismo|bipolari]] il leader del partito o della coalizione che ha la maggioranza in parlamento diventa di fatto automaticamente [[primo ministro]] (o [[capo del governo]] comunque denominato) mentre il leader del partito o della coalizione di opposizione che ha il maggior numero di seggi diventa [[leader dell'opposizione]], laddove esiste questa figura.
 
Nei sistemi [[bipartitismo|bipartitici]] o [[bipolarismo|bipolari]] il leader del partito o della coalizione che ha la maggioranza in parlamento diventa di fatto automaticamente [[primo ministro]] (o [[capo del governo]] comunque denominato) mentre il leader del partito o della coalizione di opposizione che ha il maggior numero di seggi diventa [[leader dell'opposizione]], laddove esiste questa figura.
 
==Voci correlate==