Differenze tra le versioni di "Disco in vinile"

m (fix)
I dischi a 78 giri e i primi dischi microsolco erano registrati con il segnale di un solo ''canale'', erano perciò detti [[Monofonia (musica)|monofonici]]. Negli [[anni 1930|anni trenta]] venne ideata una tecnica che permetteva di registrare contemporaneamente due segnali su un'unica traccia sfruttando il movimento verticale e quello orizzontale dello stilo. Registrando il segnale di somma (destro + sinistro) con movimenti orizzontali e il segnale di differenza con movimenti verticali fu possibile riprodurre i due canali necessari ad una riproduzione [[stereofonia|stereofonica]] mantenendo comunque la compatibilità col vecchio formato monofonico. Tale tecnologia non fu commercializzata fino agli [[anni 1960|anni sessanta]] e si affermò solo nel corso degli [[anni 1970|anni settanta]].
 
Negli [[anni 1960|anni sessanta]] furono prodotti anche dischi ''[[Quadrifonia|quadrifonici]]'' che grazie ad una tecnologia detta ''a matrice'' adottata nei circuiti erano in grado di separare i segnali su quattro canali, dando all'ascoltatore l'impressione di essere letteralmente circondato dal suono. Questa tecnica ebbe uno scarso successo commerciale dovuto probabilmente alla diffusione minima ed agli alti costi dell'apparecchio riprduttore (in particolare delle testine acon puntina in diamante con taglio ''[[Shibata'']], uniche a permettere la riproduzione quadrifonica) in un'epoca in cui anche gli impianti in grado di riprodurre i dischi stereofonici erano ancora un ''lusso''.
 
===Materiali===
Utente anonimo