Differenze tra le versioni di "Cannabaude"

10 byte aggiunti ,  8 anni fa
m
- Illirico (v1.09)
m (- Illirico (v1.09))
[[Immagine:Goti 268-270 invasioni png.png|thumb|330px|left|L'invasione dei [[Goti]] del [[268]]-[[270]] durante i regni di [[Gallieno]] e [[Claudio il Gotico]]. In colore verde il [[regno di Palmira]] della regina [[Zenobia]] e [[Vaballato]]. Una nuova invasione tornò a rompere gli equilibri del basso Danubio, anche l'anno successivo sotto l'imperatore [[Aureliano]].]]
 
Conosciamo il nome di questo re dei [[Goti]], poiché una volta terminata la campagna in Italia, l'[[imperatore romano]] [[Aureliano]], nel dirigersi in Oriente per combattere la regina [[Zenobia]] del [[regno di Palmira]], batté [[Goti]] e [[Carpi (popolo)|Carpi]] che gli muovevano contro in [[Tracia (provincia romana)|Tracia]] ed [[Illiricum|Illirico]], per poi decidere di inseguirli fino nei loro territori. Aureliano, pertanto, attraversato il [[Danubio]], riuscì nel corso del nuovo scontro, non solo a battere pesantemente le armate dei Goti, ma ad ucciderne il loro capo Cannabaude, che perì insieme a 5.000 dei suoi armati.<ref>''Historia Augusta - Aureliano'', 22,2; Grant, p. 247; Southern, p.225.</ref> Per questi successi il [[Senato romano|Senato]] gli conferì l'appellativo di ''[[Gothicus maximus]]''.<ref>{{CIL|12|5549}}</ref> Si racconta che nel corso del [[trionfo]] celebrato pochi anni più tardi, al seguito dell'imperatore romano, oltre a [[Zenobia]] del [[regno di Palmira]] e di [[Tetrico]] dell'[[impero delle Gallie]] ci fosse anche il carro reale del re defunto, Cannabaudes.<ref>Giordane, ''Romana'', 290; Watson, p.54.</ref>
 
Alcuni studiosi moderni identificano questo [[re dei Goti]] con lo stesso [[Cniva]] che, vent'anni prima era riuscito nell'impresa di battere ed uccidere l'imperatore romano [[Decio]] nel corso della [[battaglia di Abrittus]] del [[251]].<ref>Southern, p.116.</ref>
272 774

contributi