Eruzione vulcanica: differenze tra le versioni

Per '''eruzione vulcanica''' s'intende la fuoriuscita sulla [[superficie terrestre]], in maniera più o meno esplosiva, di [[magma]] ed altri materiali gassosi provenienti dal [[mantello (geologia)|mantello]] o dalla [[crosta terrestre|crosta]]. In genere un'eruzione vulcanica avviene o dal cratere principale di un [[vulcano]] o dai [[Cratere vulcanico|crateri]] secondari presenti nell'edificio vulcanico. Un'eruzione può essere definita in base al suo grado di violenza che ricade all'interno di una scala chiamata "[[Indice di esplosività vulcanica]]" (VEI).
 
== Classificazione dei tipi di eruzione == Alberto Agnolin 3^E
{{vedi anche|Vulcano_(geologia)#In_base_al_tipo_di_attivit.C3.A0_eruttiva{{!}}Classificazione dei vulcani in base al tipo di attività eruttiva}}
 
# Vulcani ad eruzione di tipo Stromboliano
# Vulcani ad eruzione di tipo Vulcaniano
# Vulcani ad eruzione di tipo Vesuviano (oOppure sub-pliniano)
# Vulcani ad eruzione di tipo Pliniano e Peleano (Ultra-Pliniano)
... Grandi caldere ("Supervulcani")
==== Tipo hawaiianoHawaiiano ====
Le eruzioni non sono riconducibili alla tettonica, cioè non sono dovute a movimenti della placca quanto piuttosto a dei fenomeni che vedono il magma risalire dai pennacchi caldi fino ai punti caldi (''[[hot spot]]''); la sommità del vulcano è occupata da una grande depressione chiamata [[caldera]], limitata da ripide pareti a causa del collasso del fondo. Altri collassi avvengono all'interno della caldera, creando una struttura a ''pozzo''. La lava è molto basica e perciò molto fluida, essa produce edifici vulcanici dalla tipica forma a "scudo'', con debolissime pendenze dei rilievi.
 
Utente anonimo