Differenze tra le versioni di "Johann Gottlieb Naumann"

Modifica minore, aggiunto link ad altra voce
(Modifica minore, aggiunto portale)
(Modifica minore, aggiunto link ad altra voce)
Iniziò la sua carriera musicale nel [[1764]] alla corte di Dresda come ''secondo compositore della musica sacra e da camera''. Successivamente compì altri due viaggi in Italia, [[1765]]-[[1768]] e [[1772]]-[[1774]], durante i quali incremento notevolmente la sua fama di compositore d'opere. Grazie soprattutto ai successi ottenuti presso i teatri italiani nel [[1776]] fu nominato [[maestro di cappella|maestro]] di [[Sächsische Staatskapelle Dresden|cappella della corte di Dresda]].
 
Nel [[1777]] fu chiamato al servizio della cappella del re svedese [[Gustavo III di Svezia|Gustavo III]], dove collaborò alla riorganizzazione della stessa e alla pianificazione operistica a fianco del re. L'opera di [[Stoccolma]] fu inaugurata nel [[1782]] con la sua tragedia ''Cora och Alonzo'' (opera in [[lingua svedese]]). Seguì nel [[1786]] con la messa in scena di un'altra opera nazionale, ''Gustaf Wasa'', tragedia con la quale ottenne numerosissimi consensi da parte del pubblico svedese.
 
Durante questi anni fu operativo come operista anche a [[Copenaghen]] (tra il [[1785]] e il [[1786]]), dove rappresentò ''Orpheus og Eurydike'' (in [[lingua danese]]), e a [[Berlino]] (tra il [[1788]] e il [[1789]]), dove lavorò al servizio del re prussiano [[Federico Guglielmo II di Prussia|Federico Guglielmo II]]. Accanto alle opere italiane, svedesi e danesi, seppe anche farsi valere come un apprezzato compositore di [[musica sacra]]. Naumann fu dopo Hasse, il quale fu occupato presso la corte sassone fino al [[1763]], la personalità musicale più significativa di Dresda; egli infatti fu nominato nel [[1786]] in questa città maestro di cappella a vita. Nel [[1792]] sposò Catarina von Grodtschilling, figlia di un ammiraglio danese e nel 1801 morì a Dresda.
Utente anonimo