Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 7 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
Lo standard ISO 8859 è progettato per un affidabile scambio di informazioni, non per la [[tipografia|stampa tipografica]]; lo standard omette simboli necessari per una stampa di qualità, come le [[Legatura (tipografia)|legature]] opzionali, [[virgolette]], [[Lineetta|lineette]] ad altri caratteri. In conseguenza di questo i sistemi tipografici professionali spesso usano estensioni proprietarie (ed incompatibili tra di loro) aggiunte all'ASCII e allo standard ISO 8859, oppure l'[[Unicode]].
 
In linea di massima sono stati inclusi solo i caratteri e i simboli che già facevano parte di un set di caratteri diffusamente utilizzato e presenti sulle varie versioni nazionali delle [[tastiera (informatica)|tastiere]]. Furono pertanto incluse le [[virgolette|virgolette caporali]] ''«'' e ''»'', usate da alcune lingue europee, ma non i doppi apici ''“'' e ''”'' usati dall'inglese e qualche altra lingua. Del francese furono escluse le legature ''œ'' e ''Œ'', comunemente trascritte come "oe". La lettera Ÿ, necessaria per la scrittura di testo in maiuscolo, fu anch'essa esclusa. Questi caratteri furono però successivamente inclusi, assieme al [[simbolo dell'[[Euroeuro]] "€", dalla codifica [[ISO 8859-15]]. Analogamente i caratteri [[lingua olandese|olandesi]] 'ij' e 'IJ' furono esclusi in quanto usualmente trascritti separatamente come "ij". Del [[lingua rumena|rumeno]] furono inizialmente escluse le lettere 'Ș/ș' and 'Ț/ț' (lettere ''con [[virgola]]''), unificate dal Consorzio [[Unicode]] con le lettere 'Ş/ş' e 'Ţ/ţ' (lettere ''con [[cedilla]]'') considerando i [[glifo|glifi]] con la virgola semplici varianti di quelli con la cedilla. Le lettere con la virgola furono successivamente introdotte esplicitamente nello standard Unicode ed inserite nella codifica [[ISO 8859-16]].
 
La maggior parte delle codifiche ISO 8859 offrono i segni diacritici necessari per la trascrizione in caratteri latini di varie lingue europee. Altre offrono anche caratteri non latini, quali il [[alfabeto greco|greco]], il [[alfabeto cirillico|cirillico]], l'[[alfabeto ebraico|ebraico]], l'[[alfabeto arabo|arabo]] e il [[Alfabeto thai|thailandese]]. La maggior parte delle codifiche prevedono solo caratteri ''spaziati'' (ovvero che prevedono l'avanzamento del cursore), ma quelle tailandese, ebraica e araba contengono anche caratteri ''combinanti'' (ovvero la cui emissione non comporta l'avanzamento del cursore). Lo standard non offre alcun supporto per le scritture dell'est asiatico (cinese, giapponese, coreano), poiché i loro sistemi di scrittura [[scrittura ideografica|ideografici]] richiedono molte migliaia di caratteri. Benché utilizzi caratteri basati sull'alfabeto latino, nemmeno il [[lingua vietnamita|vietnamita]] rientra entro il limite di 96 caratteri (esclusi i segni diacritici) imposti dallo standard. I due sistemi di scrittura sillabici giapponesi ([[hiragana]] e [[katakana]]) rientrerebbero in tale limite, ma non sono comunque inclusi tra le codifiche ISO 8859.
![[ISO/IEC 8859-1|Parte 1]]
|''Latino-1'' <br />''Europa occidentale''
|Probabilmente la parte più usata della ISO 8859, copre la maggior parte delle lingue europee occidentali: [[Lingua danese|danese]], [[Lingua faroese|faroese]], [[Lingua finlandese|finlandese]] (parziale<ref name="two">i caratteri mancanti sono nella ISO 8859-15.</ref>), [[Lingua francese|francese]] (parziale<ref name="two" />), [[Lingua gaelica scozzese|gaelico scozzese]], [[Lingua inglese|inglese]], [[Lingua irlandese|irlandese]], [[Lingua islandese|islandese]], [[Lingua italiana|italiano]], [[Lingua norvegese|norvegese]], [[Lingua olandese|olandese]] (parziale<ref>manca solo la lettera [[IJ (lettera)|IJ/ij]], che può essere rappresentata come IJ.</ref>), [[Lingua portoghese|portoghese]], [[Lingua romancia|romancio]], [[Lingua spagnola|spagnolo]], [[Lingua svedese|svedese]] e [[Lingua tedesca|tedesco]]. Lingua di altre parti del mondo sono anch'esse comprese, come: europee orientali ([[Lingua albanese|albanese]]), asiatiche sudorientali ([[Lingua indonesiana|indonesiano]]), così come lingue africane ([[Lingua afrikaans|afrikaans]] e [[Lingua swahili|swahili]]). I caratteri mancanti [[Simbolosimbolo dell'Euroeuro|€]] e ''Ÿ'' maiuscola sono nella ISO 8859-15 versione riveduta. Il corrispondente repertorio di caratteri approvato dall'IANA ISO-8859-1 è la codifica predefinita per documenti [[HTML]] e per documenti trasmessi tramite messaggi [[MIME]], come le risposte [[Hyper Text Transfer Protocol|HTTP]] quando il tipo documento è "text" (come in "text/html").
|-
![[ISO/IEC 8859-2|Parte 2]]
|''Latino-2'' <br />''Europa centrale''
|Supporta le lingue centro ed est europee che usano l'[[alfabeto latino]], comprese [[Lingua bosniaca|bosniaco]], [[Lingua ceca|ceco]], [[Lingua croata|croato]], [[Lingua polacca|polacco]], [[Lingua serba|serbo]], [[Lingua slovacca|slovacco]], [[Lingua slovena|sloveno]], [[Lingua ungherese|ungherese]]. Il carattere mancante [[Simbolosimbolo dell'Euroeuro|€]] si trova nella ISO 8859-16.
|-
![[ISO/IEC 8859-3|Parte 3]]
![[ISO/IEC 8859-15|Parte 15]]
|''Latino-9''
|Una revisione della 8859-1 che elimina alcuni simboli scarsamente utilizzati, sostituendoli con il [[simbolo dell'Euroeuro]] ''€'' e con le lettere ''Š'', ''š'', ''Ž'', ''ž'', ''Œ'', ''œ'', e ''Ÿ'', che completano la copertura del [[Lingua francese|francese]], [[Lingua finlandese|finlandese]] ed [[Lingua estone|estone]].
|-
![[ISO/IEC 8859-16|Parte 16]]
|-
!1010 0100 !!244!!164!!A4
|colspan="4"|[[¤]]||[[Є]]||[[¤]]||style="background-color:#ffff99;"|[[Simbolosimbolo dell'euro|€]]||colspan="2"|[[¤]]||[[Ī]]||[[ค]]||[[¤]]||[[Ċ]]||colspan="2"|[[Simbolosimbolo dell'euro|€]]
|-
!1010 0101!!245!!165!!A5
40 882

contributi