Differenze tra le versioni di "Epiro (provincia romana)"

nessun oggetto della modifica
{{Provincia romana
| nome_provincia_romana = <span style="color:#FFA257;">Acaia romana</span>
| immagine = [[File:Epirus SPQR.png|300px]]
| legenda = La provincia romana del ''Epiro'' nell'anno 120.
| date = [[108]] - [[V secolo]]
| capitale = [[Nicopoli d'Epiro|''Nicopolis'']] ([[Nicopoli d'Epiro]])
}}
 
L''''Epiro''' fu una [[provincia romana]] comprendente la zona meridionale dell'[[Albania]] e la zona nord-occidentale dell'attuale [[Grecia]].
 
==StoriaStatuto==
{{Vedi anche|Province romane}}
 
L'epiro venne conquistato dai [[Roma repubblicana|romani]] verso il [[168 a.C.]] Non diviene subito provincia autonoma ma viene incorporata nella [[Macedonia (provincia romana)|Macedonia]], istituita nel [[146 a.C.]] Con Augusto ci fu una riorganizzazione provinciale e l'Epiro fu diviso tra la Macedonia e l'[[Acaia]]. Solo intorno al [[108|108 d.C.]] l'Epiro diviene provincia autonoma grazie all'imperatore [[Traiano]].
 
La provincia procuratoria dell'Epiro era ancora esistente sotto [[Publio Elio Traiano Adriano|Adriano]]. Per quanto riguarda l'età post-adrianea, invece, non c'è una documentazione tale per cui sia possibile ricostruire nei dettagli la storia amministrativa dell'Epiro. È tuttavia ipotizzabile che la provincia sia rimasta equestre per un periodo assai lungo, intramezzato forse, ma senza alcun riferimento preciso, con alcune parentesi senatorie. Le attestazioni testimoniano ancora sotto [[Caracalla]] un [[Procurator Augusti|procuratore presidiale]].
 
Con la [[tetrarchia|riforma tetrarchica]] di [[Diocleziano]] della fine del [[III secolo]] la provincia venne divisa in '''''Epirus Novus''''' ("Nuovo Epiro") e '''''Epirus Vetus''''' ("Epiro vecchio").
 
==Storia==
{{Vedi anche|Guerre illiriche|guerre macedoniche}}
 
Importante fu la sua posizione geografica. I primi interventi armati romani in questo territorio infatti, risale già dal [[229 a.C.]] Con queste prime battaglie si cercava di eliminare i pirati dal mare Adriatico ed avere relazioni commerciali ed economici con città fiorenti quali [[Apollonia (Albania)|Apollonia]] e [[Durazzo]].
 
La ''communis opinio'' riguardo alla creazione della provincia procuratoria dell'Epiro ritiene che l'Epiro fu innalzato al rango di provincia in concomitanza con il cambio di statuto della [[Grecia]] da parte di [[Nerone]]. La parte settentrionale della provincia dell'[[Acaia]] fu separata dal resto della penisola e munita di un'amministrazione autonoma a partire dall'anno 67 d.C.
 
La provincia procuratoria dell'Epiro era ancora esistente sotto [[Publio Elio Traiano Adriano|Adriano]]. Per quanto riguarda l'età post-adrianea, invece, non c'è una documentazione tale per cui sia possibile ricostruire nei dettagli la storia amministrativa dell'Epiro. È tuttavia ipotizzabile che la provincia sia rimasta equestre per un periodo assai lungo, intramezzato forse, ma senza alcun riferimento preciso, con alcune parentesi senatorie. Le attestazioni testimoniano ancora sotto [[Caracalla]] un [[Procurator Augusti|procuratore presidiale]].
 
==Bibliografia==