Apri il menu principale

Modifiche

ho corretto un'inutile ripetizione
*Nel [[1907]] [[Romolo Murri]] fu sospeso a divinis da papa [[Pio X]] per aver teorizzato la separazione fra Chiesa e Stato.
 
*La Curia milanese comminò a [[Luigi Maria Verzé]] «la proibizione di esercitare il Sacro ministero» il 26 agosto 1964<ref>Giovanni Ruggeri e Mario Guarino, ''[http://www.50g.com/_framed/50g/berlusconi/affari/cap1.htm Berlusconi. Gli affari del Presidente]'', Kaos Edizioni, 1994, p.20</ref>. Successivamente, nel 1974, venne sospeso ''a divinis'' dalla medesima Curia, presieduta dal cardinale [[Giovanni Colombo]].
*Nel [[1973]] [[Luigi Maria Verzé]] fu sospeso a divinis dalla Curia.
 
* Nel [[1976]] [[Papa Paolo VI]] ha sospeso ''a divinis'' il [[vescovo]] [[Marcel Lefebvre]], che si rifiutava di applicare alcune disposizioni del [[Concilio Vaticano II]]. In seguito Lefebvre si è distaccato dalla Chiesa di Roma e per questo ha ricevuto anche la [[scomunica]].<ref>[http://www.ratzinger.it/documenti/scomunicalefebvre.htm Decretum Dominus Marcellus Lefebvre 1º luglio 1988]</ref><ref>{{cita web | url= http://www.vatican.va/holy_father/john_paul_ii/motu_proprio/documents/hf_jp-ii_motu-proprio_02071988_ecclesia-dei_it.html | titolo=Lettera apostolica "Ecclesia Dei" del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II in forma di "Motu proprio"| data=02-07-1988 |accesso=14-02-2009}}</ref><ref>{{cita web | url= http://www.vatican.va/roman_curia/pontifical_councils/intrptxt/documents/rc_pc_intrptxt_doc_19960824_vescovo-lefebvre_it.html | titolo=Nota esplicativa sulla scomunica per scisma in cui incorrono gli aderenti al movimento del Vescovo Marcel Lefebvre| data=24-08-1996 |accesso=14-02-2009}}</ref> Nel 2009 i vescovi da lui consacrati hanno ottenuto la remissione della scomunica, come atto di misericordia del pontefice per agevolare il loro pentimento. Questa scomunica è decaduta alla morte di mons. Lefebvre.<ref>[http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/23250.php?index=23250&po_date=24.01.2009&lang=ge Remissione Della Scomunica Latae Sententiae Ai Vescovi Della Fraternità Sacerdotale San Pio X]</ref>
*[[Fernando Lugo]], [[vescovo]], eletto nell'aprile [[2008]] presidente del [[Paraguay]], nonostante avesse chiesto personalmente il [[18 dicembre]] [[2006]] la [[dimissione dallo stato clericale]]<ref>[http://www.zenit.org/article-22557?l=spanish ZENIT.org : ''Nota y decreto de suspensión «a divinis» del obispo paraguayo candidato político'']</ref><ref>[http://www.zenit.org/article-8906?l=italian ZENIT.org : ''Sospeso “a divinis” il Vescovo paraguayano candidatosi alle presidenziali'']</ref> fu sospeso ''a divinis'' dal [[Vaticano]] con un decreto firmato il [[20 gennaio]] [[2007]] dal cardinale [[Giovanni Battista Re]] (Prefetto della [[Congregazione per i Vescovi]]),<ref>[http://www.radiovaticana.org/radiogiornale/ore14/2007/febbraio/07_02_01.htm#LUGO Notiziario radio Vaticana del 1. febbraio 2007]</ref> in conseguenza della sua candidatura alle elezioni presidenziali<ref>[http://www.vatican.va/archive/ITA0276/_P4U.HTM#5Z cfr. can. 1333, § 1-2-3] del [[Codice di diritto canonico]]</ref> ottenendo soltanto il [[31 luglio]] [[2008]] la riduzione allo stato [[Laico|laicale]].<ref>[http://www.oecumene.radiovaticana.org/it1/Articolo.asp?c=222005 da Radio Vaticana del 31/08/2008:''Il Papa concede la "perdita dello stato clericale" al presidente eletto del Paraguay, Fernando Lugo, già vescovo emerito di San Pedro'']</ref><ref>[http://www.zenit.org/article-15148?l=italian ZENIT.org : ''Il Papa accetta la riduzione allo stato laicale del Presidente eletto del Paraguay'']
</ref>
 
*La Curia milanese comminò a [[Luigi Maria Verzé]] «la proibizione di esercitare il Sacro ministero» il 26 agosto 1964<ref>Giovanni Ruggeri e Mario Guarino, ''[http://www.50g.com/_framed/50g/berlusconi/affari/cap1.htm Berlusconi. Gli affari del Presidente]'', Kaos Edizioni, 1994, p.20</ref>. Successivamente venne sospeso ''a divinis'' dalla medesima Curia, presieduta dal cardinale [[Giovanni Colombo]].
 
== Note ==
Utente anonimo