Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
 
== Cronologia ==
Oltre alla Carta De Logu del Giudicato d'Arborea, esistevano ed erano in vigore sino ai primi anni della dominazione Aragonese, una carta De logu del Giudicato di Cagliari, denominata ''Breve Vicarii Regni Kallari''<ref>La denominazione corretta prevede anche la parola ''Vicarii'' cfr. A. Solmi, ''Sulla "Carta de Logu" Cagliaritana'', in Studi giuridici in onore di Carlo Fadda (...), Pierro, Napoli, 1916, vol. I p. 182</ref>, che probabilmente era un prodotto della legislazione pisana, ed una Carta de logu del Giudicato di Gallura<ref>cfr. F. Artizzu, ''"Carte de Logu" o "Carta de Logu"'' in I. Birocchi e A. Mattone (a cura di), ''La carta de Logu d'Arborea nella storia del diritto medievale e moderno'' , Roma-Bari, 2004, pp. 192-203</ref>.
Nel febbraio del [[1355]] [[Pietro IV d'Aragona]] riunì a Cagliari il primo parlamento sardo ed in quella occasione furono emanate delle costituzioni, dove sono presenti precisi riferimenti alla "Carta de Logu cagliaritana"<ref>cfr. A. Solmi, ''Le costituzioni del primo parlamento sardo del 1355'' in Archivio storico sardo VI 1910, pp.193 e ssgg</ref> che nei documenti in [[lingua catalana|catalano]] è denominata ''carta de loch''<ref>cfr. G. Meloni (a cura di), ''Il Parlamento di Pietro IV d'Aragona (1355)'' in Acta curiarum Regni Sardiniae, Cagliari, 1993</ref> .
25 603

contributi