Differenze tra le versioni di "Egittologia"

m
- Geroglifico (v1.09)
m (r2.7.2) (Bot: Aggiungo: eu:Egiptologia)
m (- Geroglifico (v1.09))
Fra gli autori antichi che nutrirono interesse per l'Egitto, a parte storici e geografi come [[Erodoto]], [[Strabone]], [[Diodoro Siculo]] e [[Gaio Plinio Secondo|Plinio il Vecchio]], un egittologo ''[[ante litteram]]'' può essere considerato [[Manetone]], che nel [[III secolo a.C.]] scrisse gli ''Aegyptiaca''.
 
La prima notizia di uno studio sulle antichità egizie in [[età moderna]] risale al [[XVI secolo]], in occasione del rinvenimento a [[Roma]] degli [[obelisco|obelischi]] egizi di epoca romana. Il successivo restauro eseguito dall'[[architetto]] [[Domenico Fontana]] nel [[1586]] per ordine di [[papa Sisto V]] suscitò un vivo interesse per la scrittura [[geroglifico egizio|geroglifica]].
 
Solamente nel [[XVII secolo]] possiamo annoverare la prima figura di egittologo nella persona del gesuita [[Germania|tedesco]] [[Athanasius Kircher]]. La sua vasta produzione letteraria offre un compendio della conoscenza che a quei tempi si aveva della civiltà egiziana e le sue ricerche sulla scrittura egizia costituirono un tappa fondamentale per la futura decifrazione dei geroglifici.
277 093

contributi