Differenze tra le versioni di "Edizione critica"

m
m (→‎Lezioni varianti: Corretta spaziatura)
In un testo sono dette "Varianti" le lezioni che l'autore o il copista ha accolto al posto di altre, generalmente tramite una cancellatura del precedente segmento, o una abrasione del supporto, mentre sono "Varianti alternative" quelle allogate ma non accolte a testo.
 
Le varianti si possono classificare, secondo un vecchio schema, in quattro tipi a seconda che siano state realizzate mediante:
 
#''Aggiunta''
#''Sostituzione''
#''Permutazione''
#''Soppressione''
 
Si distinguono inoltre, varianti "formali" e varianti "sostanziali". Le varianti possono essere anche "immediate" o "non immediate/tardive". Poiché spesso non si arriva a stabilire una cronologia relativa delle varianti che interessano un determinato segmento, occorre almeno stabilire quante e quali sono state le fasi elaborative del testo attraverso spie diverse, che siano inchiostro, cambiamenti di scrittura, posizione nella pagina e simili.