Apri il menu principale

Modifiche

316 byte aggiunti ,  7 anni fa
integrazione in elenco riti occidentali
Il '''rito latino''' è un termine utilizzato in documenti della [[Chiesa cattolica]] per indicare le chiese cattoliche d'occidente, distinte dalle chiese cattoliche che seguono invece i riti orientali.
 
Il rito latino, chiamato anche '''rito occidentale''', si è sviluppato nell'Europa occidentale e nell'Africa del nord, aree in cui il [[lingua latina|latino]] era la lingua di studio e cultura. A volte viene usato come sinonimo di [[Chiesa latina]], come ad esempio nel primo canone delle edizioni del 1917 e 1983 del [[codice di diritto canonico]].
 
Il termine rito (latino o riti) latinooccidentale viene anche usato in riferimento a una o più forme di [[liturgia]] in uso in varie parti di questa porzione di chiesa cattolica. FraI questeriti illatini ritoo piùoccidentali diffuso è ilsono: '''[[rito romano]]''', seguitodiffuso dalda Roma in tutto l'Occidente; '''[[rito ambrosiano]]''' inusato gran parte dellanella [[diocesi di Milano]] e in alcune parrocchie limitrofe, anche della [[Svizzera]], quello; '''[[Ritorito mozarabico|mozarabico]]''', inusato alcunedai limitatecristiani areespagnoli dellasotto Spagnala dominazione araba, reintrodotto nel XVI secolo e tuttora conservato in particolareuna acappella della cattedrale di [[Toledo]]; '''[[rito gallicano]]''' usato anticamente in Francia, Spagna e ilnord Europa e in gran parte sostituito da quello romano per iniziativa di [[RitoCarlo Magno]], rimasto come '''[[rito lionese]]''' della [[diocesi]] primaziale di [[Francia]], quella di [[Lione]]. Esistono anche altri riti latini, ora caduti per lo più in disuso, tra i quali quelli molti di molti [[ordini religiosi]].
 
A volte viene impiegato il termine "cattolico romano" come sinonimo di "rito latino", ma mai in documenti ufficiali della chiesa cattolica.
* [[Chiese cattoliche particolari]]
* [[Anno liturgico del rito latino della Chiesa cattolica]]
* [[Rito romano]]
 
{{chiese sui iuris}}
115

contributi