Ringer lattato: differenze tra le versioni

Corregge uno o più errori comuni o refusi o entità, replaced: É → È , mm →  mm (4), perchè → perché using AWB
mNessun oggetto della modifica
(Corregge uno o più errori comuni o refusi o entità, replaced: É → È , mm →  mm (4), perchè → perché using AWB)
[[File:LactateRingers.jpg|thumb|right|280px|<center>Soluzione di Ringer Lattato<br>Un litro di soluzione di Ringer lattato somministrata per via endovenosa</center>]]
 
Il '''Ringer lattato''' è una soluzione [[osmosi|isotonica]] con il sangue che viene somministrata per via endovenosa. La soluzione può essere somministrata anche per via sottocutanea, in particolare in medicina veterinaria. Prende il nome da [[Sydney Ringer]], il fisiologo britannico che la ideò<ref>{{cita web|url=http://www.whonamedit.com/synd.cfm/2119.html|editore=whonamedit.com|titolo=Ringer's solution|lingua=en|accesso=2-12-2009}}</ref>. Con altri fluidi fa parte di quelle soluzioni per via endovenosa che sono note con il termine di soluzione cristalloidi (che includono la soluzione salina e le soluzioni di destrosio) in contrapposizione ad altre soluzioni dette colloidali, che contengono molecole più grandi come amido o gelatina. La soluzione di Ringer lattato è talvolta abbreviata con la sigla "RL". ÉÈ molto simile, anche se non identica, alla soluzione di Hartmann, che è utilizzata più comunemente negli ospedali britannici ed ha concentrazioni ioniche leggermente differenti.
 
==Composizione==
Un litro di Ringer lattato contiene:
*130 mEq di ione sodio corrispondenti a 130 [[Molarità|mmol/L]]
*109 mEq di ione cloruro corrispondenti a 109 &nbsp;mmol/L
*28 mEq di [[acido lattico|lattato]] corrispondenti a 28 &nbsp;mmol/L
*4 mEq di ione potassio corrispondenti a 4 &nbsp;mmol/L
*3 mEq di ione calcio corrispondenti a 1,5 &nbsp;mmol/L
 
Normalmente il sodio, il potassio ed il lattato provengono dal [[cloruro di sodio]], dal [[lattato di sodio]], dal [[cloruro di potassio]] e dal [[cloruro di calcio]].
 
La soluzione di Ringer lattato, come per altro altre soluzioni che sono in grado di aumentare la [[volemia]], va utilizzata con grande cautela nei pazienti che con facilità possono sviluppare uno [[scompenso cardiaco congestizio]], nei soggetti con [[insufficienza renale]] grave ed in tutte quelle situazioni cliniche in cui esistela presenza di [[edema]] con ritenzione salina.
Per la presenza degli elettroliti già citati, ed in particolare del potassio, la somministrazione della soluzione dovrebbe prevedere l'esecuzione di [[elettrocardiogramma|elettrocardiogrammi]] seriati, da confrontarsi con l'elettrocardiogramma di base, anche perchèperché nelle somministrazioni in acuto la potassemia può non essere indicativa delle concentrazioni di potassio intracellulari.
Similmente è opportuno monitorizzare il bilancio dei fluidi, degli elettroliti e dell‘equilibrio acido-base.