Differenze tra le versioni di "Olivetti MC-24"

Fu progettata per addizionare, sottrarre, moltiplicare e dividere velocemente (250 cicli al minuto) in sequenza. In questo modo può essere effettuata una grande varietà di calcoli, rapidamente e in modo automatico. Ogni fase di un calcolo e ogni risultato è stampato su un rotolo di carta per mezzo di un nastro inchiostrato in banda blu e rossa.
 
La necessaria rigidità strutturale è affidata a un basamento in [[ghisa]] ottenuto per fusione, lavorato a fresa, sul quale sono avvitate 4 flange in lamiera, che fungono da supporto all'[[albero (meccanica)|albero]] principale, ma anche agli innumerevoli alberini aventi funzioni secondarie. La matricola della macchina veniva incisa a [[pantografo]] sul lato inferiore del basamento. Il moto è affidato a un motore elettrico di 70 [[watt]] il cui pignone a [[vite senza fine]] aziona un ingranaggio in [[tela bachelizzata]] dotato di frizione, calettato sull'albero principale (diametro di 10 mm), lungo quanto tutta la larghezza della macchina, supportato da 4 boccole in bronzo; su questo, tramite una coppiacoppie di viti temperate poste a 90 gradi, una ''mordente'' e una ''perforante'', sono fissate le varie [[camma|camme]] a profilo multiplo in materiale [[sinterizzazione|sinterizzato]], azionanti a loro volta gli innumerevoli leveraggi. Gli unici [[cuscinetto (meccanica)|cuscinetti]] sono la coppia di supporto dell'albero motore. La lubrificazione a vita è affidata a 4 tipi di lubrificanti, ognuno ottimizzato per il genere di attrito generato nel punto specifico: olio denso, grasso a bassa viscosità, grasso infusibile e grasso al [[bisolfuro di molibdeno]] [[Molykote]].
 
== Bibliografia ==
Utente anonimo