Differenze tra le versioni di "Scudiero"

10 byte aggiunti ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
La voce scudiero passò successivamente per ragioni araldiche ad indicare la carica di un gentiluomo di corte il quale aveva anche cura delle scuderie reali. Tale carica continua ad essere in vigore presso le corti attuali, dove oltre al Grande Scudiere vi sono quelli di sottordine.
 
Vengono detti scudieri o [[palafreniere|palafrenieri]] pure i soldati delle armi a cavallo addetti alle scuderie in servizio di guardia, i quali, agli ordini di un capo-scuderia, sono anch'essi incaricati di sorvegliare i quadrupedi ricoverati nelle scuderie del corpo, specialmente nelle ore notturne.
 
== Bibliografia ==
Utente anonimo