Differenze tra le versioni di "Mercante d'arte"

m
formattazione
m (+voce corr.)
m (formattazione)
{{S|commercio|professioni}}
Il '''mercante d'arte''' è il punto di contatto per l'[[arte contemporanea]] tra [[Collezionismo d'arte|collezionisti]], istituzioni, [[Critica d'arte|critici]] e gli [[artista|artisti]]. Fanno parte del ''[[mercato d'arte]]'' gli agenti di artisti, intermediari, galleristi e gallerie commerciali. Generalmente il mercante d'arte dispone di uno spazio espositivo. Nel sistema commerciale dell'[[arte contemporanea]] è presente una divisione tra mercante primario e mercante secondario. I collezionisti di arte contemporanea si rivolgono inizialmente ai mercanti primari che, oltre ad avere una propria galleria d'arte con un programma di mostre, sono i primi a vedere le opere e a collaborare con gli artisti. I mercanti primari possono essere galleristi. La lealtà del mercante primario si distingue principalmente dagli artisti che vengono trattati.
Il lavoro del mercante secondario si basa sulla compravendita di opere provenienti dal mercato primario. Acquistare opere dal mercato secondario può comportare dei rischi, perché si perdono le garanzie che invece vengono date dal mercato primario. Un collezionista attento ha un rapporto con il mercante secondario solo nel caso sia interessato all'acquisto di una determinata opera che non risulta più disponibile sul mercato primario.
 
 
== Voci correlate ==
* [[Arte contemporanea]]
*[[Collezionismo d'arte]]
 
== Voci correlate ==
* [[Arte contemporanea]]
 
{{Portale|Economia|Arte|Lavoro}}
237 737

contributi