John Stewart-Murray, VIII duca di Atholl: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichetta: Rimozione di avvisi di servizio
Nessun oggetto della modifica
John "Bardie" Stewart-Murray Nacque al Blair Castle come [[Scozia|marchese di Tullibardine]], figlio di [[John Stewart-Murray, VII duca di Atholl]], e Luisa Moncreiffe, figlia di [[Sir]] [[Thomas Moncreiffe, VII baronetto Moncreiffe]]; apparteneva ad una [[nobiltà britannica|nobile famiglia scozzese]] e imparò il [[gaelico]] prima ancora dell'[[inglese]]; studiò ad [[Eton]].
 
Venne commissionato come [[sottotenente]] nelle [[Royal Horse Guards]] nel [[1892]], divenendo [[tenente]] l'anno seguente; partecipò alla spedizione di [[Herbert Kitchner|Kitchener]] in [[Sudan]] contro il [[Madhi]], partecipando alle battaglie di [[Khartoum]] e [[Atbara]] contro [[Osmar Digna]]; fu premiato con la [[Distinguished Service Order]] e il [[15 novembre]] [[1898]] raggiunse il grado di [[capitano]].
 
Nel [[1900]] ebbe il brevetto di [[maggiore]] e notato da [[Kitchner]] fu posto a capo di un [[reggimento]] scozzese di stanza in [[Sud Africa]], ''The Scottish Horse'', con il quale partecipò alla [[Seconda Guerra anglo-boera]] nel [[Transvaal occidentale]] raggiungendo il grado di [[colonnello]] nel [[1903]], divenendo cavaliere dell'[[Ordine Reale Vittoriano]].
 
Durante la [[Prima Guerra Mondiale]] fu assegnato all'esercito di [[Ian Standish Monteith Hamilton]] nella [[spedizione dei Dardanelli]], ricevendo nel [[1918]] il grado temporaneo di [[brigadier generale]]; durante la [[Seconda Guerra Mondiale]] servì nelle [[Home Guards]] sempre al comando degli ''Scottish Horse'', divenendone colonnello onorario dal [[1920]] al [[1942]]; alla sua morte ricevette anche la ''Scottish National War Medal''; dopo la [[Seconda Guerra Mondiale]] la sua fornita biblioteca storica di famiglia fu donata alla ''National Library of Scotland''.
 
Fu anche un politico oltre che un militare: fece parte del [[Partito Conservatore]] per il [[West Perthshire]] dal gennaio [[1910]] e dal [[1917]] succedette a suo padre alla [[Camera dei Lord]] come [[Duca di Atholl]]; nel 1918 ricevette l'Ordine del Cardo e divenne Lord High Commissioner to the General Assembly of the Church of Scotland, detenendo la carica per due anni fino al 1920; l'anno seguente entrò nel Privy Council e succedette a David Lloyd George come Lord Ciambellano delle Household; fu inoltre frammassone e fu Gran Maestro della Gran Loggia di Scozia dal 1908 al 1913 e poi aiutante di campo di Giorgio V dal 1920 al 1931; fu inoltre garante del ''Freedom of the City'' di Edimburgo.
 
Il 20 luglio 1899 sposò Katherine Ramsay, figlia di Sir James Ramsay, X baronetto Ramsay; non ebbero figli e con la sua morte gli succedette come duca di Atholl suo fratello minore James Stewart-Murray, VIII duca di Atholl.
696

contributi