Differenze tra le versioni di "Gabriel Narutowicz"

nessun oggetto della modifica
Narutowicz rientrò in Polonia dopo la dichiarazione dell'indipendenza ([[1918]]), e aderì alle idee del maresciallo [[Józef Piłsudski]], di cui divenne amico. Diresse l'esecuzione di opere idrauliche sulla [[Vistola]] e divenne presidente dell'Accademia delle Scienze Tecniche e del Consiglio di Ricostruzione Nazionale.
 
Narutowicz fu ministro dei Lavori Pubblici ([[1920]]-[[1922]]) e degli Affari Esteri ([[1922]]). Primo presidente della Repubblica ad essere eletto dopo l'entrata in vigore della Costituzione del [[1921]], fu ucciso dopo appena cinque giorni dall'insediamento, il [[16 dicembre]] [[1922]], dall'ultranazionalista [[Eligiusz Niewiadomski]].
 
== Onorificenze ==
Utente anonimo