Differenze tra le versioni di "Agente di cambio"

Fino al [[Settecento]] tutti i banchieri e cambiavalute (all'epoca appartenenti ad un'unica [[corporazione]]) erano autorizzati a negoziare i titoli in borsa. All'inizio dell'[[Ottocento]] l'intermediazione finanziaria divenne un'attività riservata ad una categoria distinta dai banchieri e cambiavalute, che, almeno in alcune lingue, mantenne tuttavia ricordo della comune origine nel nome di ''Agenti di Cambio'' (il nome è di origine francese).
===In Francia===
Gli ''Agents de Change'' furono infatti creati nel [[1802]] da [[Napoleone I|Napoleone]] come mediatori alla Borsa di [[Parigi]].<br>
Avevano il rango di ''officiers ministériels'' ([[pubblici ufficiali]]), come i notai e gli ''huissiers de justice'' ([[ufficiale giudiziario|ufficiali giudiziari]]).<br>
Erano a numero chiuso, avevano il monopolio delle transazioni di borsa ed erano anche esattori dell'imposta sugli scambi di titoli.<br>