Segno (medicina): differenze tra le versioni

* '''Segni anamnestici''' (dalla lingua greca anamnēstikós, ἀναμνηστικός, "capace di richiamare alla mente"). Sono segni che, tenendo conto dello stato attuale del paziente, indicano l'esistenza passata di una certa malattia o condizione. I segni anamnestici guardano sempre al passato. A titolo di esempio ogni volta vediamo un uomo che cammina con una [[andatura falciante]] o con un braccio immobile contratto e paralizzato pensiamo subito che quell'uomo potrebbe aver avuto un ictus cerebrale.
* '''Segni diagnostici''' (dalla lingua greca diagnōstikós, διαγνωστικός, "in grado di distinguere"). Sono segni che portano al riconoscimento ed all'identificazione di una malattia. A titolo di esempio il [[segno di Murphy]] (caratterizzato dall'arresto dell' inspirazione profonda a causa di dolore, se con la mano si esercita una pressione sul punto cistico) è un segno diagnostico di patologia infiammatoria della [[colecisti]].
* '''Segni patognomonici''' (dalla lingua greca pathognomonikós, παθογνωμονικός, "specializzata in diagnosi", a sua volta derivante da pathos, πάθος, "sofferenza, malattia", e gnomone, γνώμον, "giudice, indicatore"). Sono segni particolari, la cui presenza significaindica, al di là di ogni dubbio, chela presenza di una particolare malattia. Un esempio di segno patognomonico è presente.lo Esse[[xantoma]], rappresentanocioè una marcatadegenerazione intensificazionedella pelle di uncolore segnogiallastro, diagnostico.dovuta (Unad esempioaccumulo potrebbedi esserelipidi, ilin xanthomataparticolare palmaresulle vistopalme sulledelle mani di personesoggetti che soffrono di iperlipoproteinemia). SingolariI segniSegni patognomonici sono relativamente rarerari.
 
==Note==