Segno (medicina): differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
* '''Segni diagnostici''' (dalla lingua greca diagnōstikós, διαγνωστικός, "in grado di distinguere"). Sono segni che portano al riconoscimento ed all'identificazione di una malattia. A titolo di esempio il [[segno di Murphy]] (caratterizzato dall'arresto dell' inspirazione profonda a causa di dolore, se con la mano si esercita una pressione sul punto cistico) è un segno diagnostico di patologia infiammatoria della [[colecisti]].
* '''Segni patognomonici''' (dalla lingua greca pathognomonikós, παθογνωμονικός, "specializzata in diagnosi", a sua volta derivante da pathos, πάθος, "sofferenza, malattia", e gnomonikos, γνώμον, "giudice, indicatore"). Sono segni particolari, la cui presenza indica, al di là di ogni dubbio, la presenza di una particolare malattia. Un esempio di segno patognomonico è lo [[xantoma]], cioè una degenerazione della pelle di colore giallastro, dovuta ad accumulo di lipidi, in particolare sulle palme delle mani di soggetti che soffrono di iperlipoproteinemia. I segni patognomonici sono relativamente rari.
 
==I segni e lo sviluppo della tecnologia medica==
Lo sviluppo tecnologico ha creato tutta una serie di segni rilevabili solo dai medici. Prima del XIX secolo vi era poca differenza nelle capacità di osservazione di un segno tra il medico ed il paziente. Medico e paziente erano in grado di notare le stesse cose con la differenza sostanziale che il medico poteva dare una interpretazione decisamente più informata dei segni che rilevava.
 
 
==Note==