Rinoplastica: differenze tra le versioni

Sistemato il ritorno a capo
(rinosettoplastica...)
(Sistemato il ritorno a capo)
La rinoplastica fu per la prima volta sviluppata da [[Susruta]], medico vissuto in India nel [[VI secolo a.C.]], che per primo descrisse un intervento nell'opera ''Susrutha Samhita''. Lui e i suoi discepoli utilizzavano la rinoplastica per ricostruire i nasi che erano amputati come punizione per i crimini commessi.
 
La rinoplastica viene effettuata in anestesia locale con sedazione, o generale, tramite tecniche non invasive, soprattutto basate sull'utilizzo del laser, e va a modificare la forma del naso intervenendo sullo scheletro osseo e cartilagineo. La convalescenza é di pochi giorni, l'[[edema]] e l'[[ecchimosi]] sono ridotte e in pochi giorni il paziente é in grado di riprendere una normale vita sociale.<br>
 
La durata dell'intervento di rinoplastica varia dai 10 ai 40 minuti, a seconda della tecnica utilizzata. Si parla di rinosettoplastica, quando lo scopo dell'intervento non é solo estetico ma implicante anche una alterazione del setto nasale, a causa di un trauma o di un anomalo sviluppo.
 
37 076

contributi