Differenze tra le versioni di "Superaequum"

nessun oggetto della modifica
(modifiche varie e quattruovirato)
 
Diversi comuni della Valle Subequana hanno restituito iscrizioni celebrative di duoviri (gli amministratori locali di '''Superaequum''') e ciò lascia supporre che gli antichi pagi della valle abbiano fornito, a turno, i duoviri al neonato municipium. Tuttavia, gli autori contemporanei più fedeli alla tradizione Secentesca ritengono che Superaequum doveva soergere in territorio di Castelvecchio Subequo nel presupposto che il locale pagus abbia mutato il proprio titolo costituzionale originario divenendo, nel corso del primo sec. a.C, il municipium romano dei Superequani.<p>
Il quattruovirato è attestato in una iscrizione epigrafica di tarda età imperiale rinvenuta in territorio di Secinaro, ma Theodor Mommsem mise in dubbio la pertinenza di questa iscrizione al contesto archeologico superequano considerato che il quattruovirato non fu più concesso ai municipi di nuova istituzione dopo la riforma cesariana. Alcuni autori contemporanei hanno invece preferito restituire questa iscrizione al corpus epigrafico superequano nel presupposto che un adattamento costituzionale intervenuto nella tarda età imperiale possa aver rimpiazzato i duoviri con i quattruoviri (cfr. anhe voce Secinaro sez. [[Secinaro | Medioevo e Rinascimento]]).<p>
 
(si veda in proposito la sezione [[Secinaro | Medioevo e Rinascimento]] in Secinaro).<p>
 
==Note==
Utente anonimo