Differenze tra le versioni di "Prima guerra di Slesia"

Tuttavia il plenipotenziario austriaco a [[Berlino]] aveva contemporaneamente siglato un accordo segreto con il [[Federico I di Prussia|principe Federico]], figlio e previsto successore di Federico Guglielmo, con il quale egli si impegnava a restituire lo ''Schwiebuser Kreis'' al governo di [[Vienna]]. Quando dopo la morte del padre questa promessa fu rammentata a Federico I dall'imperatore e nel 1695 fu obbligato a restituire il territorio in questione, egli protestò e sostenne che l'accordo gli era stato estorto con l'inganno e che anche la precedente rinuncia alle originali pretese sul territorio della Slesia non era valida per cui egli accampò di nuovo le medesime la cui legittimità si consolidò poi presso la corte del Brandeburgo.<ref>C. Grünhagen, ''Die Geschichte Schlesiens'', Zweiter Band: ''Bis zur Vereinigung mit Preussen'', Veröffentlicht von F. Perthes, Gotha, 1886. S. 362 ff., insb. S. 367-369 [http://www.archive.org/details/geschichteschles02grun Archive.org]</ref>
 
Si addivenì ad un'alleanza della Prussia con la [[Baviera]], la Francia, la [[Sassonia]], [[Colonia (città)|Colonia]] la [[Spagna]], la [[Svezia]] ed ili Regni di [[regnoRegno delledi Napoli|Napoli]] e di [[Regno Duedi SicilieSicilia|Sicilia]].
 
Queste potenze propendevano per un indebolimento ed una sconfitta da parte del regno asburgico.
1 063

contributi