Differenze tra le versioni di "Scharnhorst (incrociatore da battaglia)"

m
Bot: correggo errore genere
m (Bot: correggo errore genere)
Il [[25 dicembre]] 1943 la ''Scharnhorst'' e diverse cacciatorpediniere, al comando del ''Konteradmiral'' [[Erich Bey]], presero il mare con la missione di attaccare i convogli artici JW 55B e RA 55A, diretti in Russia passando a nord della Norvegia. Sfortunatamente per i tedeschi, i loro ordini erano stati decifrati dai [[criptoanalisi|criptoanalisti]] britannici, e l'Ammiragliato britannico inviò una forza superiore ad intercettarli. Il giorno successivo, con tempo cattivo ed incapace di localizzare il convoglio, Bey distaccò le due cacciatorpediniere inviandole a sud, e lasciando la ''Scharnhorst'' da sola. Meno di due ore dopo la nave incontrò la forza di scorta del convoglio: gli [[incrociatore|incrociatori]] [[HMS Belfast (C35)|''Belfast'']], [[HMS Norfolk (78)|''Norfolk'']] e [[HMS Sheffield (C24)|''Sheffield'']]. Nascosti dalla neve, gli incrociatori britannici aprirono il fuoco.
 
Dopo uno scambio di diverse bordate il radar dello ''Scharnhorst'' venne messo fuori uso, lasciandolo incapace di rispondere accuratamente al fuoco. La ''Norfolk'' subì danni minori. Per tentare di aggirare gli incrociatori, Bey ordinò alla ''Scharnhorst'' di prendere una rotta a sud-est, allontanandosi dagli incrociatori. Nel tardo pomeriggio la forza di copertura del convoglio, inclusa la nave da battaglia britannica [[HMS Duke of York (17)|''Duke of York'']], entrò in contatto e aprì il fuoco. Nonostante la perdita del suo hangar e di una torretta, la ''Scharnhorst'' aumentò temporaneamente la sua distanza dagli inseguitori. A questo punto la sua fortuna finì, quando alle 18:20 un altro proiettile dalla ''Duke of York'' distrusse una sala caldaie, riducendo la sua velocità e lasciandola così vulnerabile agli attacchi dei cacciatorpediniere. L'incrociatore [[HMS Jamaica (44)|''Jamaica'']] e lei cacciatorpediniere [[HMS Musketeer|''Musketeer'']], [[HMS Matchless|''Matchless'']], [[HMS Opportune|''Opportune'']] e [[HMS Virago|''Virago'']] si avvicinarono lanciando i propri siluri, seguiti da ulteriori bordate d'artiglieria e da un'ondata finale di siluri. La ''Scharnhorst'' subì gravi danni, si capovolse ed affondò alle 19:45 del [[26 dicembre]] con le eliche ancora in movimento. Su un equipaggio di 1.968 uomini, solo 36 sopravvissuti furono salvati dal mare gelido; 30 dalla [[HMS Scorpion|HMS ''Scorpion'']] e 6 dalla ''Virago''.
 
Più tardi in serata l'ammiraglio [[Bruce Fraser]] annunciò ai suoi ufficiali a bordo della ''Duke of York'':
190

contributi