Differenze tra le versioni di "Massacri di Kočevski rog"

nessun oggetto della modifica
(i massacri avvennero a guerra finita)
'''Massacri di Kočevski rog''' sono citati in numerose pubblicazioni di storici in riferimento agli eccidi commessi dai partigiani comunisti iugoslavi, agli ordini di [[Josip Broz Tito]] e suoi generali, poco tempo dopo la fine della seconda guerra mondiale. Gran parte delle vittime erano [[domobranci]] di etnia slovena e altri erano serbi [[cetnici]]: tutti prigionieri di guerra.<ref>[[Encyclopaedia Britannica]]: Slovenia (Word War Two)
* After the armistice the British repatriated more than 10,000 Slovene collaborators who had attempted to retreat with the Germans, and Tito had most of them massacred at the infamous “Pits of Kočevje.”</ref><ref>[http://www.truthinmedia.org/Bulletins/tim91-2-1.html Libro e articolo sui massacri in inglese: "Kocevje: Tito's Bloodiest Crime" (A Book by Boris Karapandzic)]</ref>Gli sloveni provenivano dal [[campo di concentramento a Teharje]]. I cadaveri furono poi occultati in [[foiba|foibe]] e fosse comuni nella foresta vicino [[Kocevje]].
==Vittime==
 
Secondo certe fonti le persone massacrate sarebbero tra 20.000 e 30.000; secondo altre le persone massacrate sarebbero tra 30.000 e 55.000. Tra le vittime risultano pure molti bambini e bambine: figli di presunti anticomunisti.
==Voci correlate==
*[[Massacri di Stari Hrastnik, Trbovlje, Laško]]
294

contributi