Differenze tra le versioni di "Econofisica"

replaced: la a → l'a using AWB
(replaced: la a → l'a using AWB)
 
Fondamentali strumenti dell'econofisica sono la teoria matematica della [[complessità]] e quella, strettamente collegata, dell'[[Teoria dell'informazione|informazione]], sviluppate da [[Murray Gell-Mann]] e [[Claude Shannon]], rispettivamente. Poiché i fenomeni economici sono il risultato macroscopico dell'interazione di numerosi agenti a livello microscopico, i modelli fisici (nonché economici) che li analizzano devono riflettere tale caratteristica; questa considerazione ha aperto la via all'impiego di [[modello multiagente|modelli multiagente]] in [[economia]]. Infine, diversi altri metodi fisici possono essere e sono impiegati all'econofisica; esempi sono dati da [[fluidodinamica]], [[meccanica quantistica]], [[integrale di linea|integrazione di linea]].
 
 
== Origini e storia ==
L'econofisica è stata sviluppata sul finire degli [[anni 1990|anni novanta]] da diversi fisici con interessi nel campo della [[meccanica statistica]]. Questi decisero spontaneamente di affrontare i complessi problemi posti dall'[[economia]], specialmente nell'ambito della [[finanza]]. Non soddisfatti dai modelli tradizionalmente adottati dagli [[economista|economisti]] (diversi dei quali mancavano di un solido fondamento empirico) applicarono strumenti e metodi della [[fisica]], in primo luogo cercando di replicare i dati finanziari osservati, quindi nel tentativo di spiegare fenomeni economici in maniera più generale. A questo proposito si segnalano i risultati ottenuti dalla [[finanza frattale]].
 
Un importante motore dello sviluppo dell'econofisica in epoca recente è stata la l'ampia disponibilità di dati su variabili finanziarie, soprattutto a partire dagli [[anni 1980|anni ottanta]]. Divenne presto evidente che i metodi di analisi tradizionale erano insufficienti: i modelli economici standard si fondavano sull'ipotesi di omogeneità degli agenti e sul concetto di [[equilibrio]], laddove diversi e interessanti fenomeni osservati nei mercati finanziari sembrano dipendere in maniera fondamentale dall'eterogeneità degli agenti e da dinamiche di non-equilibrio.
 
== Popolarità e critiche all'econofisica ==
 
== Collegamenti esterni ==
* {{en}} [http://www.unifr.ch/econophysics/ Econophysics], presso l'[[Università di Friburgo]]
* {{en}} [http://www.ge.infm.it/~ecph/genoaprojects/people.php genoaprojects], presso l'[[Università degli Studi di Genova|Università di Genova]]
 
[[Categoria:mercatiMercati finanziari]]
 
[[ar:فيزياء اقتصادية]]