Differenze tra le versioni di "Crema (farmacologia)"

/* Sedimentazione ed affioramento (creaming) : riscrittura
(Aggregazione e coalescenza: riscrittura)
(/* Sedimentazione ed affioramento (creaming) : riscrittura)
 
===Sedimentazione ed affioramento (creaming)===
Nelle emulsioni si assiste al fenomeno del "creaming" quando la fase dispersa tende a concentrarsi sulla superficie o sul fondo della preparazione. Un classico esempio di creaming si verifica talvolta nelle sacche di emulsioni lipidiche utilizzate par la nutrizione parenterale totale: si ha cioè la formazione di uno strato biancastro o giallastro sulla superficie della sacca. L'affioramento è dovuto all'azione della forza di gravità su particelle della fase dispersa aventi densità diversa rispetto a quelle della fase continua, ed è accelerato sia dall'aumento della temperatura, che da una eventuale centrifugazione. In caso di creaming è sufficiente un'accurata agitazione dell'emulsione per riportarla allo stato iniziale.
Si ha "creaming" quando la fase dispersa si concentra alla superficie o al fondo della preparazione. Esempio: la formazione della crema nel latte.
Il fenomeno è dovuto all'azione della forza di gravità sui globuli e sui flocculi della fase dispersa che hanno densità diversa dalla fase continua.
Viene accelerato da un aumento di temperatura, che diminuisce la viscosità, e dall'applicazione dì una forza centrifuga che aumenta il valore di g.
Nel creaming le goccioline della fase dispersa sono ancora circondate dal film di emulsionante ed è sufficiente un'accurata agitazione per riportare l'emulsione allo stato iniziale.
I fattori sui quali è possibile intervenire per controllare il fenomeno del creaming sono:
* densità delle due fasi,
* dimensioni dei globuli della fase dispersa (0,5 e 2,5 *m)
* aumento della viscosità della fase esterna
 
===Aggregazione e coalescenza===