Differenze tra le versioni di "Antifrasi"

nessun oggetto della modifica
m (→‎Caratteristiche generali: fix tmp {{Citazione necessaria}})
Nel poema satirico ''[[Il giorno (Parini)|Il giorno]]'', scritto a metà Settecento, [[Giuseppe Parini]] descrive con cura maniacale la vita dei membri della [[nobiltà]], quasi divinizzandoli, soffermandosi su alcuni aspetti con minuziosità, proprio per creare l'effetto antifrastico, rivelando invece quanto vuota possa essere la vita del nobile.
 
L'uso dell'antifrasi, quando coinvolge la voce narrante (per esempio in alcune novelle di [[Giovanni Verga|Verga]] come ''[[Rosso Malpelo]]''), procura nel lettore il caratteristico effetto dello [[straniamento]], per cui chi legge si trova immerso in un'ottica ideologica che è normalmente censurata, o ritenuta criticabile, dal senso comune.
 
==Note==
Utente anonimo