Differenze tra le versioni di "Lipoproteine ad alta densità"

nessun oggetto della modifica
{{disclaimer soccorso}}
 
Le '''HDL''' ([[acronimo]] di High Density Lipoprotein) sono le [[lipoproteine]] caratterizzate dalla massima densità, compresa tra 1,063 e 1,210 [[g]]/[[ml]] e da un diametro di circa 8-11 [[nm]]. Hanno la funzione di partecipare all'evoluzione di [[chilomicroni]] e [[VLDL]] (very low density lipoprotein) e di rimuovere il [[colesterolo]] in eccesso dai tessuti periferici per portarlo al [[fegato]] o ai tessuti steroidogenici, come le [[Surrene|ghiandole surrenali]] o le [[gonadi]].<br/>
Essendo in grado di rimuovere il colesterolo da un [[ateroma]] nelle [[arteria|arterie]] e trasportarlo al fegato vengono talvolta chiamate colesterolo ''buono''.
 
A questo punto la HDL3 ha un contenuto costituito prevalentemente da colesterolo esterificato e in piccola parte da trigliceridi e prende il nome di HDL2. Di queste lipoproteine, quelle che raggiungono i tessuti steroidogenici donano a questi il loro colesterolo esterificato, tramite l'interazione con un recettore chiamato [[SR-BI]]; quelle che raggiungono il fegato, donano ad esso i loro trigliceridi tramite l'azione del recettore ed enzima HTL, che scinde i trigliceridi in [[monoacilglicerolo]] e [[acidi grassi]] liberi per poi endocitarli.
 
==Patologie correlate==
Le VLDL sono coinvolte nell'[[aterosclerosi]], mentre tra le patologie correlate alle LDL ritroviamo l'[[ipercolesterolemia]] familiare.
 
[[Categoria:Metabolismo]]
446

contributi