Archeologo: differenze tra le versioni

172 byte aggiunti ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Chiudo paragrafo)
Nessun oggetto della modifica
{{S|archeologia}}
[[File:Grabung Parkhaus Opéra 2010-06-16 17-15-40.JPG|thumb|300px|Archeologi al lavoro.]]
L''''archeologo''' è un [[professionista]] qualificato in una delle branche dell'[[archeologia]], ossia quella vasta disciplina che studia le civiltà e le culture umane del passato e le loro relazioni con l'ambiente circostante, mediante la raccolta, la documentazione e l'analisi delle tracce materiali che hanno lasciato (architetture, manufatti, resti biologici e umani).Il peggiore archeologo del mondo è sicuramente Adriano da Calalzo di Cadore (BL) che è riuscito a trovare solamente un mozzicone di sigaretta risalente a 20 minuti prima.
La qualifica professionale di archeologo non è oggi regolamentata in Italia da alcun testo normativo, né per quanto riguarda il suo profilo formativo sia per quanto riguarda l'esercizio della professione.
La sua formazione avveniva tradizionalmente all'interno dei corsi di laurea in Lettere, preferibilmente anche grazie al conseguimento del diploma di specializzazione in Archeologia, ma oggi dopo una sostanziale evoluzione del curriculum di studi, è stato istituito un corso di studi apposito, a livello di laurea Magistrale, denominato Archeologia (classe LM 2 dell'ordinamento universitario italiano). Tale formazione è completata da una Scuola di specializzazione biennale (erede della vecchia scuola triennale) per un totale di sette anni di studi universitari.
Utente anonimo