Differenze tra le versioni di "Discussioni progetto:Moda"

{{quote|A quanto ricordo dalla discussione da cui l'avevo ripreso, il concetto semplicemente era: modello/a gia' attivo nel campo ma non noto/a al grande pubblico, la ditta X (si pensava piu' a quelle di vestiario/cosmesi/profumi/gioielli, che poi sono quelle che di solito hanno pubblicità con uno massimo due protagonisti e dove abbondano i primi piani che rendono riconoscibile il soggetto, ma poi si e' generalizzato) decide di usarlo come testimonial di una propria campagna internazionale (per un prodotto singolo o per tutto il marchio non era stato specificato), questo da una parte ne proverebbe l'importanza nel campo (se deve diventare "la faccia" dell'azienda in piu' nazioni vuol dire che e' considerato/a abbastanza bravo/a nel campo), dall'altra come ricaduta ne assicurerebbe la crescita di notorietà anche tra il grande pubblico, ergo da quel momento diventa sufficentemente "enciclopedico" per avere una voce. Era un ragionamento che al tempo non mi sembrava fosse stato contestato, per cui non ha ricevuto grandi discussioni. Forse però Valerio79 si ricorda meglio di me da dove era nato e dove era stato discusso. --Yoggysot (msg) 01:55, 14 giu 2012 (CEST)}}
::::Vista tale argomentazione, direi che, con tutto il rispetto, la probabilità che ci sia "l'invasione degli Unni di Attila" (leggasi come "l'invasione delle matricole e delle meteore" - ''et similia'') è un pericolo totalmente scongiurato senza alcun dubbio: chi vuol capire capisca il sottinteso. Detto in parole più semplici, solo gente come [[Ilary Blasi]] per l'Italia (nella pubblicità di una nota marca di gioielli) può fare da testimonial e quindi rientrare in quel criterio 4: di certo non le "comparse"...--[[Utente:Fleury|Fleury]] ([[Discussioni utente:Fleury|msg]]) 18:08, 15 giu 2012 (CEST)
 
*:::::Io comprendo anche in questo caso ci troviamo di fronte a un criterio che "è andato un po' oltre la moda", ma forse il problema è strutturale del mondo della moda, troppo "interdisciplinare" per limitarsi ai soli modelli/e delle sfilate qualunque criterio "invade" altri campi. Posso anche sospettare che gli altri campi (e i progetti che non essitono) se fissasero dei criteri li fisserebbo con lo stesso raggio di azione (il testimonial "di rilevo" per un progetto:pubblicità, le conigliette del mese per un progetto:erotismo)... ok. Tuttavia secondo me persino un progetto:pubblictà non fisserebbe mai dei criteri in cui rientetrebbe il tizio dei bastoncini di Merluzzo venuto dopo [[John Hewer]]... se leggete la pagine del precedente e compianto capitano (che poi, oggi nessun metterebbe più un vecchio uomo in giro per il mondo su una nave con cinquanta adolescenti... figurati le battute... ma questa è un'altra storia...) si legge ''Dopo l’interpretazione di Hewer, il personaggio fu sostituito con un attore più giovane, con la barba incolta, i capelli neri e un’uniforme più moderna. L’operazione, volta a ringiovanire l’immagine del prodotto, anche trasformando il personaggio in un eroe in perpetua lotta contro la strega Murena, ebbe vita breve e, nel 2003, si scelse nuovamente un Capitan Findus più anziano dai capelli bianchi e la barba più curata, ma bianca''. Appunto, non funziono'. Ma è stato untestimonial, internazionale, per qualche anno. Per come è scritto il criterio "essere stato/a il/la testimonial per una campagna pubblicitaria internazionale", ci rientra pero' o sbaglio io? Oppure in quel caso essendo personaggio di fantasia è quello ad avere diritto alla voce, e non chi lo impersona (a meno che come Hewer non lo impersoni per 30 anni e "definisca" il personaggio con la sua fisionomia, che si adatta appunto all'attore nel corso degli anni)? se "testimonial" si definisce cosi' (è tizio sempronio in quanto "tizio sempronio" appunto) va benissimo, basta chiarirlo almeno una volta.--[[Utente:Alexmar983|Alexmar983]] ([[Discussioni utente:Alexmar983|msg]]) 19:03, 15 giu 2012 (CEST)
::::::Te lo ripeto per l'ennesima volta, Alexmar983: i testimonial che rientrano nel criterio 4 sono quelli del tipo [[Ilary Blasi]] che pubblicizza una nota marca di gioielli oppure [[Adriana Lima]] per la pubblicità della TIM, ovviamente "su scala internazionale" come dice il criterio 4. Ergo, è impossibile che "una meteora" oppure "uno sconosciuto" rientri in questo criterio (e pure in tutti gli altri) e non so più come spiegartelo ;) !--[[Utente:Fleury|Fleury]] ([[Discussioni utente:Fleury|msg]]) 18:21, 16 giu 2012 (CEST)
*:::::::Guarda, non l'ho chiesto perché non ho capito ma perhé mi sembra ci sia un baco logico che ha già abbozzato e volevo essere molto certo della premessa prima di esporlo. Se il criterio serve a valorizzare modelli prestati alla pubblicità che ci hanno messo la faccia per una campagnia internazionale e che prima non erano troppo noti e sono diventati famosi per questo (gente già famosa servirebbe a poco), il criterio per come scritto "''essere stato/a il/la testimonial per una campagna pubblicitaria internazionale''" li racchiude sicuramente, ma non cita come fattore discriminante l'effetto che la campagnia ha avuto, o sbaglio? Nel momento in cui tu scrivi ''impossibile che "una meteora" ci rientri'' tu stesso parli di meteora... ma questo concetto nel criterio non è affatto esplcitato. Il punto è che sembra funzioni cosi:
628

contributi