Differenze tra le versioni di "Mentat"

1 366 byte aggiunti ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (r2.7.1) (Bot: Aggiungo zh:門塔特)
I '''mentat''' sono [[personaggio immaginario|personaggi immaginari]] del [[ciclo di Dune]] di [[Frank Herbert]].
I '''mentat''' sono [[personaggio immaginario|personaggi immaginari]] presenti del [[fantascienza|fantascientifico]] [[ciclo di Dune]] di [[Frank Herbert]]. Sono esseri umani le cui potenzialità logiche e matematiche sono potenziate, e vengono usati in sostituzione dei [[computer]] per compiti organizzativi o elaborare gli intricati piani di [[faida|faide]] nel [[Landsraad]], il sistema politico e sociale pseudo feudale dell'universo di Dune. Sono soliti bagnarsi le labbra con una speciale sostanza, il succo di Sapho, che aumenta le loro capacità e dona alle loro labbra il caratteristico colore rossiccio.
 
==Descrizione==
Il loro sviluppo si rese necessario dopo la [[Jihad Butleriana]], quando la costruzione di [[intelligenza artificiale|intelligenze artificiali]] divenne proibita. La disciplina Mentat fu creata per sopperire alla mancanza delle vecchie macchine senzienti.
Con la fine della [[Jihad Butleriana]], la grande rivolta contro le [[intelligenza artificiale|macchine pensanti]] che avevano dominato per lungo tempo la [[Galassia]], gli umani proibirono la tecnologia informatica e, più ingenerale, l' esistenza di qualunque macchina somigliante a una [[mente]], in favore di una tecnologia avanzata ma non automatica.
Un Mentat non è un semplice calcolatore umano: la sua straordinaria abilità mnemonico/percettiva gli permette la formulazione di ipotesi che trascendono la semplice logica. Le capacità di un Mentat gli permettono di analizzare un flusso enorme di dati, da cui estrarre gli elementi per una deduzione al limite della preveggenza: come nella disciplina Zen, il fine ultimo del Mentat è ''la mente ingenua'', ovvero un'intuizione slegata dal pregiudizio e dal preconcetto. Nonostante questo, i normali esseri umani dell'universo di Dune vedono i Mentat come incarnazioni di una logica gelida, quasi disumana.
 
In virtù dei grandi disagi legati alla mancanza dei [[computer]], comparve nella [[Galassia]] l' Ordine dei Mentat, composto da una classe di cittadini addestrati al massimo potenziamento delle capacità cerebrali. Spesso soprannominati «Computer umani», a dispetto del loro addestramento rimangono molto diversi dalle macchine. Le capacità di un mentat consistono nella raccolta di tutti i dati necessari a una qualsiasi elaborazione, nella successiva elaborazione atta a creare un quadro generale di una qualsiasi situazione, utilizzando la logica per scoprire la verità su qualsiasi fatto. Sebbene dotati di capacità intellettive di molto superiori alla media, come risultato di un utilizzo del [[cervello]] quasi al massimo delle sue capacità, essi rimangono ancora legati alle proprie emozioni e sono ancora soggetti al fallimento o al depistaggio: le inimicizie personali, ad esempio, li portano a sospettare delle persone sbagliate ogni volta che se ne presenti l' occasione, e questo distoglie la loro attenzione dal colpevole principale.
I mentat più famosi sono [[Thufir Hawat]], fedele alla [[casa Atreides]], e il malvagio [[Piter DeVries]], che serve la casa [[Harkonnen]].
 
UnI Mentatmentat nonvengono èutilizzati unda semplicetutte calcolatorele umano:Case ladel suaLandsraad e dall' Imperatore per accertarsi delle intenzioni delle persone, e per ricostruire avvenimenti basandosi anche su frammenti isolati. La loro straordinaria abilità mnemonico/percettivamnemonica glie percettiva permette loro la formulazione di ipotesi che trascendono la semplice logica. Le capacità di un Mentat gli permettono di analizzare un flusso enorme di dati, da cui estrarre gli elementi per una deduzione al limite della preveggenza: come nella disciplina Zen, il fine ultimo del Mentat è ''la mente ingenua'', ovvero un'intuizione slegata dal pregiudizio e dal preconcetto. Nonostante questo, i normali esseri umani dell'universo di Dune vedono i Mentat come incarnazioni di una logica gelida, quasi disumana. Essi compilano rapporti su tutto lo scibile, tengono la contabilità delle Case, gestiscono le difese, si occupano dell' assegnazione del personale, e spesso sono garanti della sicurezza dei loro padroni e conoscono benissimo le tattiche della Guerra di Assassini. Risultano indispensabili per qualsiasi personaggio potente, e vengono tenuti in grande considerazione.
In seguito, dopo gli avvenimenti di Dune a opera di Paul Muad'Dib e suo figlio Leto II, dopo la Carestia e la Dispersione, diverranno famosi mentat anche il comandante militare del Bene Gesserit, Miles Teg, e uno dei ghola di Duncan Idaho, che diverrà fondamentale nella battaglia di Junction.{{citazione necessaria|}}
 
Prima di procedere con le elaborazioni, i mentat sono soliti bagnarsi le labbra con una speciale sostanza, il succo di Sapho, che aumenta le loro capacità e dona alle loro labbra il caratteristico colore rossiccio.
 
I [[Bene Tleilax|Tleilaxu]], popolo di genetisti esperti, sui loro pianeti creano molti esemplari chiamati «mentat distorti», le cui abilità vengono potenziate da miscele di droghe e [[Melange (Dune)|Spezia]], e sviluppate da alcuni mentat rinnegati. I mentat distorti sono spesso usati per fini malvagi. Il celebre mentat degli [[Casa Harkonnen|Harkonnen]], [[Piter de Vries]], è uno dei più celebri mentat distorti.
 
{{Dune}}
Utente anonimo