Nikolaj Michajlovič Karamzin: differenze tra le versioni

 
Nel [[1789]] Karamzin intraprense un viaggio che lo avrebbe portato in [[Germania]], in [[Francia]], in [[Svizzera]] e in [[Inghilterra]]. Tornato in Russia nel [[1790]], dal [[1791]] al [[1792]] pubblicò una propria rivista, il ''Giornale di Mosca'', con il quale diede inizio al suo movimento letterario, espresso anche dai sei volumi delle ''Lettere di un viaggiatore russo'', pubblicate dal [[1796]] al [[1801]], frutto del suo viaggio in Europa e ispirate al famoso ''[[Viaggio sentimentale]]'' di [[Laurence Sterne]]. Con le sue ''Lettere'', Karamzin divenne «un capo, la maggiore personalità letteraria della sua generazione».<ref>D. P. Mirskij, ''Storia della letteratura russa'', 1995, p. 58.</ref>
 
Nel [[1792]] aveva pubblicato il suo primo e più noto romanzo, ''La povera Lisa'', storia di una ragazza che, sedotta e abbandonata, finisce con il suicidarsi. Storia sentimentale, ebbe un successo enorme: il laghetto di Mosca dove Karamazin immaginò il suicidio della protagonista fu a lungo meta di pellegrinaggio dei suoi lettori.
 
È maggiormente ricordato per la sua monumentale ''[[Storia dello Stato Russo]]'', un'opera in 12 volumi sulla [[storia della Russia]] modellata attraverso il lavoro di [[Edward Gibbon]] che servì di ispirazione per [[Modest Petrovič Musorgskij]] nella composizione del suo capolavoro operistico, il ''[[Boris Godunov (opera)|Boris Godunov]]''.