Differenze tra le versioni di "Monte Brouillard"

Sistema a norme del Sistema internazionale di unità di misura, replaced: m) →  m) (3), E' → È using AWB
m (r2.7.2) (Bot: Aggiungo cs:Monte Brouillard)
(Sistema a norme del Sistema internazionale di unità di misura, replaced: m) →  m) (3), E' → È using AWB)
|codice = I/B-7.V-B.2.c/b
}}
Il '''Monte Brouillard''' (4.069 {{m s.l.m.}}) è una [[montagna|vetta alpina]] del [[massiccio del Monte Bianco]] del versante [[italia]]no. E'È la massima elevazione della [[Cresta di Brouillard]].
 
Il toponimo [[lingua francese|francese]] ''Brouillard'' significa nebbia.
Anche oggi la salita alla vetta è riservata ad alpinisti esperti. Presenta diverse varianti che hanno segnato la storia dell'[[alpinismo]] moderno come il ''Pilastro Rosso di Brouillard''.
 
La [[via normale]] parte dal [[Rifugio Monzino]] e consiste nel risalire il [[ghiacciaio del Brouillard]] tenendosi sul suo bordo destro. Si sale quindi al ''Col du Freney'' (3.600 &nbsp;m), poi al [[Bivacco Marco Crippa]] ed infine al ''Colle Rey'' (4.027 &nbsp;m). Da quest'ultimo colle si risale la breve cresta nord. Questa via nel suo complesso è valutata AD-<ref>Cfr. la [[Alpinismo#Impegno_globale|scala delle difficoltà]] stabilita dalla UIAA.</ref>.
 
Nel 1980 Flaviano Bessone, Ugo Manera, Isidoro Meneghin e Mario Pellizzaro, salendo da Est-Nord-Est realizzano la ''via dei dilettanti''.
 
Una grande classica di salita al [[monte Bianco]] è l'integrale della ''Cresta di Brouillard'' che partendo da ''Plan Veny'' (1.565 &nbsp;m) conduce fino in vetta al ''tetto d'Europa''.
 
==Note==