Differenze tra le versioni di "Gottifredo I"

1 420 byte aggiunti ,  9 anni fa
nessun oggetto della modifica
{{Vescovo
|nome = Gottifredo I
|chiesa = cattolica
|immagine =
|ruolo =
|titolo =
|stemma = Bishopcoa.png
|motto =
|nato = [[X secolo]]
|ordinato =
|consacrato =
|vescovo = [[Vescovo]] di [[Diocesi di Brescia|Brescia]]<br />[[Vescovo]] di [[Diocesi di Luni|Luni]]
|deceduto = [[998]], [[Brescia]]
}}
{{Bio
|Nome = Gottifredo I
|Cognome = (o Goffredo di Canossa)
|ForzaOrdinamento = Gottifredo 01
|Sesso = M
|GiornoMeseNascita =
|AnnoNascita = X secolo
|LuogoMorte = Brescia
|GiornoMeseMorte =
|AnnoMorte = ?998
|Attività = vescovo
|Epoca = 0900
== Biografia ==
 
Fu vescovo della [[Diocesi di Luni]] dal [[976]] al [[998]], era figlio di [[Canossa (famiglia)#Adalberto Atto|Azzone]], fondatore della casata degli Adalberti - Attoni di [[Canossa]] (dai quali discese la contessa [[Matilde di Canossa|Matilde]]) e sua madre era Anna, sorella di Oberto Obizzo fondatore degli [[Obertenghi]] e delle casate che vi discendono: [[Malaspina]], [[Pallavicino]], Pallodi, [[D'Este]] e Brunswick. Suo fratello era Tebaldo[[Tedaldo (vescovo)|Tedaldo]], padre dell'omonimo [[Diocesi di Arezzo|vescovo di Arezzo]] e di [[Bonifacio di Canossa|Bonifacio]], padre di [[Matilde di Canossa]].
 
Nel [[976]] da [[Brescia]] di cui era [[Diocesi di Brescia|vescovo]] da sei anni, venne creato [[Diocesi di Luni|vescovo di Luni]], ricevendo cinque anni dopo da [[Ottone II]] un Diploma attestante la protezione imperiale della diocesi e rinnovante tutti i privilegi concessi ai suoi predecessori. Si scontrò duramente contro il cugino Oberto Opizzo I per rivendicare il diritto vescovile a nominare i titolari delle pievi lunigianesi di San Cassiano ad Urceola presso [[Pontremoli]] -o Pieve di Saliceto-, di San Martino di Vico -o di Castevoli-, di Santa Maria Assunta di [[Soliera Apuana]], di Santa Maria Assunta di Venelia -o di [[Monti di Licciana]]- . Il [[26 luglio]] [[998]] Oberto Obizzo rinunciò al patronato o più probabilmente alle rendite relative, in favore del cugino vescovo e dei suoi successori riconoscendo che le pievi ''sunt ipsis plebibus de sub regime episcopo'' ed impegnandosi a non commettere alcunché potesse essere ''ad dannum episcopi''.
Forte di questa vittoria Gottifredo I cercò di ridurre sotto la sua giurisdizione anche l'[[Concattedrale dei Santi Pietro, Lorenzo e Colombano|Abbazia di Brugnato]], ma questa volta l'Imperatore [[Ottone III]] si schierò in favore dell'Abbazia, correttamente, riconfermandole nel [[996]] tutti gli antichi privilegi.
 
Il nome di Goffredo di Canossa si inserisce storicamente tra coloro che avrebbero contribuito alla spiegazione del [[toponimo]] "Goffredo", riferito alla città di [[Castel Goffredo]], in [[provincia di Mantova]], avendo tenuto vasti possedimenti nella zona.<ref>{{cita libro|Piero|Gualtierotti|Castel Goffredo dalle origini ai Gonzaga|2008||Mantova|cid=cidGualtierotti}}</ref>
{{Portale|biografie}}
 
== Note ==
<references />
 
== Bibliografia ==
* {{cita libro|Piero|Gualtierotti|Castel Goffredo dalle origini ai Gonzaga|2008||Mantova|cid=cidGualtierotti}} {{NoISBN}}.
 
{{Box successione
|tipologia=episcopale
|carica=[[Diocesi di Brescia|Vescovo di Brescia]]
|periodo = [[970]] - [[976]]
|precedente = Antonio
|successivo = Attone
|immagine=Bishopcoa.png}}
 
{{Box successione
|tipologia=episcopale
|carica=[[Diocesi di Luni|Vescovo di Luni]]
|periodo = [[976]] - [[998]]
|precedente = Adalberto
|successivo = Filippo I
|immagine=Bishopcoa.png}}
 
{{Portale|biografie|cattolicesimo}}
 
[[Categoria:Vescovi di Brescia]]
116 957

contributi