Apri il menu principale

Modifiche

Il ritratto mostra una notevole intensità, con una forte individuazione fisionomica data da alcuni particolari come il naso pronunciato, le labbra sottili, il piccolo mento, la chierica ritratta con grande verosimiglianza, la fronte increspata per il naturale gesto di alzare le sopracciglia per guardare verso l'alto. Si tratta di un tipico esempio di come il Perugino, nel campo del ritratto, fosse capace di grande intensità fisiognomica e psicologica, a differenza di quando creava personaggi di fantasia, idealizzati e vacui.
 
In alto e a sinistra si legge l'iscrizione dedicata alla Vergine in lettere dorate: ''"D. BalthasarBaltasar Monaco / S[ervo] Tvo Svccvrre"''.
 
==Bibliografia==
Utente anonimo