Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 7 anni fa
vedere pagina di discussione
{{C|vedi discussione|economia|luglio 2009}}
{{S|economia}}
Una '''consociatacontrollata''', negli [[Business|affari]], è un'entità controllata da un'altra entità più grande. L'entità controllata è denominata [[azienda]], [[Società (diritto)|società]], o [[azienda di responsabilità limitata]] e l'entità di controllo è denominata holding (o [[società madre]]).
 
==Descrizione==
 
La ragione per questa distinzione è che un individuo non può essere una consociatacontrollata di alcun'organizzazione; soltanto un'entità che rappresenta una funzione legale come una entità separata può essere una consociatacontrollata. Mentre gli individui hanno la capacità di comportarsi di loro propria iniziativa, un'entità di affari può comportarsi soltanto attraverso i relativi direttori, funzionari ed impiegati.
 
Il modo più comune per avere il controllo di una consociatacontrollata è realizzato con la proprietà di [[Azione (finanza)|parti]] della consociatacontrollata da parte di una holding. Queste parti danno alla holding i voti necessari per determinare la composizione del consiglio di amministrazione della consociatacontrollata e quindi esercitarne il controllo. Ciò provoca la presunzione comune che il 50% più una parte è abbastanza per generare una consociatacontrollata. Ci sono, tuttavia, altri modi il controllo può avvenire e le regole esatte sia come controllo di ciò che è necessario e come è realizzato può essere complesso (vedi sotto). Una consociatacontrollata può avere essa stessa delle consociatecontrollate, e queste, a loro volta, possono avere delle proprie consociatecontrollate. Una holding e tutte le relative consociatecontrollate sono chiamate insieme gruppo, anche se questo termine può anche applicarsi alle aziende di cooperazione ed alle loro consociatecontrollate con vari gradi di comproprietà.
 
Le consociatecontrollate sono entità [[Diritto commerciale|legali]] separate e distinte per gli scopi fiscali o legali. Per questo motivo, differiscono dalle [[Divisione (organizzazione aziendale)|divisioni]], che sono centri d'affari completamente integrati in seno all'azienda principale e non distinti da essa da un punto di vista legale.
 
Le consociatecontrollate sono una caratteristica comune della vita economica e pochi se le maggiori imprese non organizzare le loro operazioni in questo modo. Tra gli esempi figurano holding come [[Berkshire Hathaway]], [[Time Warner]], o [[Citigroup]], nonché aziende più specializzate come [[IBM]] o [[Xerox Corporation]]. Queste, e altre, organizzano le loro imprese in società controllate per nazione o funzione, a volte con più livelli di società controllate.
 
'''ConsociataControllata operativa''' è un termine d'affari frequentemente usato dall'industria [[ferrovia]] negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]] . Nel caso di una ferrovia, si riferisce a una società che è una società controllata, ma opera con una propria identità, di materiale rotabile e locomotive.
 
Al contrario, una '''consociatacontrollata non-operativa''' potrebbe esistere solo sulla carta (cioè azioni, obbligazioni, articoli di incorporazione), e potrebbe usare l'identità e il materiale rotabile della [[holding]].
 
== Voci correlate ==
*[[filiale]]
 
== Modelli di affari che si caratterizzano per elementi simili alle consociatecontrollate ==
*[[Conglomerato (azienda)]]
*[[Zaibatsu]]
Utente anonimo