Differenze tra le versioni di "Operazione Rosario"

 
[[File:Rexhunt1.jpg|left|thumb|Rex Hunt, all'epoca governatore delle Falkland, in una immagine scattata durante una cerimonia ufficiale]]
Alle ore 21 del 1º aprile 1982, 84 membri di un ''commando'' della ''Armada Argentina'' guidati dal [[capitano di corvetta]] [[Guillermo Sánchez-Sabarots]] lasciarono il cacciatorpediniere ARA Santísima Trinidad (D-2) sbarcando a Mullet Creek verso le 23:00. A quella stessa ora il sottomarino ''ARA Santa Fe'' (S-21) andò in superficie e sbarcò altri dieci incursori per disporre [[Radiofaro|radiofari di navigazione]] e occupare il [[faro]] San Felipe (Pembroke). All'emergere del ''Santa Fe'', i radar del battello costiero britannico Forrest diedero l'allarme, iniziando così le ostilità.
All'1:30 del 2 aprile, gli uomini di Sánchez-Sabarots si divisero in due gruppi. Il primo, comandato dallo stesso Sánchez, si diresse verso la caserma della fanteria di marina britannica a Moody Brook. Il secondo sotto il capitano di corvetta [[Pedro Giachino]], avanzò verso Puerto Argentino/Port Stanley con l'obiettivo di occupare la residenza del governatore e catturarlo.
[[File:Pembroke-5.jpg|right|thumb|Il faro Pembroke / San Felipe]]
Utente anonimo