Differenze tra le versioni di "Regno di Soissons"

Alla morte di Maggioriano per mano del generale romano di origine barbarica [[Ricimero]], salì al trono l'imperatore [[Libio Severo]]. Egidio non riconobbe il nuovo imperatore, che gli inviò contro [[Agrippino (magister militum)|Agrippino]]. Agrippino si rivolse ai [[Visigoti]] e col loro aiuto combatté contro Egidio e i suoi alleati [[Franchi]], condotti dal re [[Childerico I]]: per ottenerne il sostegno, nel [[462]] Agrippino diede ai Visigoti l'accesso al [[Mar Mediterraneo]], assegnando loro la città di [[Narbona]], separando di fatto Egidio dal resto dell'impero. Egidio e Childerico sconfissero però i [[Visigoti]] ad [[Orléans]] nel [[463]].
 
Dopo questa vittoria, Egidio non portò attacchi contro i Visigoti; è però noto che nel [[465]] inviò una ambasciata ai [[Vandali]], forse per cercare il loro aiuto contro le popolazioni barbariche di stanza in Gallia.
 
Esiste la possibilità che i Romano-Bretoni abbiano richiesto l'assistenza di Egidio: ad ogni modo, è probabile che i Romano-Bretoni stanziati in [[Armorica]], quindi al confine con il dominio di Egidio, avessero rapporti commerciali e di assistenza con i Romani di Soissons, se non altro perché erano gli ultimi avamposti romani, circondati da popolazioni barbariche.
Utente anonimo