Differenze tra le versioni di "Alferio Pappacarbone"

→‎Biografia: correzione collegamento Guaimario IV
(→‎Biografia: correzione collegamento Guaimario IV)
 
Ben presto la fama della sua santità si diffuse nei paesi circostanti e cominciarono ad affluire discepoli desiderosi di seguire il suo esempio e gente di ogni ceto in cerca di consigli e di soccorso.
Si impose allora la necessità di costruire un monastero sufficiente per una dozzina di religiosi. In seguito alla famosa visione dei tre raggi, tramandata dalla tradizione orale popolare, ma non confermata da documenti storici coevi, iniziò la costruzione del monastero e della chiesa nello spazio angusto tra il fiumicello [[Selano]] e la [[grotta Arsicia]]. Sorse, così, la [[Abbazia territoriale della Santissima Trinità di Cava de' Tirreni|Badia di Cava]] che Alferio dedicò alla [[Santissima Trinità]]. Era l'anno [[1011]] secondo alcune fonti o, forse, qualche anno più tardi. Comunque nell'[[Archivio della Badia di Cava|Archivio Cavense]] si conserva il primo diploma di donazione del [[1025]], con il quale i principi di Salerno [[Guaimario III di Salerno|Guaimario III]] e [[Guaimario IIIIV di Salerno|Guaimario IV]] concedono in proprietà al monastero, ormai in piena efficienza, la fascia terriera comprendente la [[Grotta Arsicia]] e l'ampia zona sovrastante su cui poi sorse l'attuale [[Corpo di Cava]].
 
Fra i suoi discepoli si ricordano [[Leone I abate|Leone]], che gli succederà nel governo del monastero, e [[Papa Vittore III|Desiderio]] di [[Benevento]] che poi divenne [[Abate]] del [[Monastero di Montecassino]] e quindi [[Papa]] col nome di [[Papa Vittore III|Vittore III]].
619

contributi