Differenze tra le versioni di "Gli fumavano le Colt... lo chiamavano Camposanto"

nessun oggetto della modifica
 
== Trama ==
{{Una diligenza sfreccia nel deserto. A bordo si trovano i fratelli MacIntier John e George, che tornano a casa dal padre ad Arling dopo esser vissuti per quindici anni a Boston, come ultimo desiderio della defunta madre. Sulla diligenza, un becchino li informa che ad Arling serpeggia il cosiddetto "morbo di Colt": infatti, ogni abitante porta con sé una pistola. Arrivati n città, George viene buttato a terra da un pistolero; John allora invita il signore ad una scazzottata, ma l'altro risponde che, se il giovane vuole sfidarlo, sarà con la pistola. Ma tra di loro, ad un tratto, si para un misterioso individuo vestito di nero, che senza curarsi dei due, sella il proprio cavallo. Lo sconosciuto sta per andarsene, quando l'altro pistolero lo sfida a duello, per aver interrotto il litigio con il ragazzo. L'uomo in nero prepara la pistola e sembra che stia per iniziare una sparatoria, ma invece, questi si avvicina all'avversario e lo stende con un colpo alla testa. Poi se ne va.
{{...}}
Intanto i fratelli MacIntier ricevono il benvenuto in paese da Pedro e Cico, i due peones del signor MacIntier, loro padre e allevatore.
Arrivati alla casa del signor MacIntier, i due ragazzi vanno alla tomba della madre, per portarvi dei fiori, ma il padre gli chiede di metterne alcuni anche sulla tomba vicina. Quando John gli domanda chi fossero quelli sepolti lì, il padre risponde che si trattava di una famiglia di coloni, che anni prima venne attaccata dai banditi. La madre e i due figli furono trucidati, il padre rimase ferito. Il signor MacIntier e sua moglie lo trovarono e lo curarono, e lui poco dopo se ne andò. Secondo le voci che circolavano, quell'uomo aveva perso ogni fede ed era divenuto freddo e distaccato, ed ultimamente la sua pistola si era fatta sentire sempre più spesso da quelle parti.
Mentre il signor MacIntier racconta la storia ai suoi figli, sulla collinetta sovrastante, lo stesso straniero vestito di nero che era intervenuto in paese li osserva. Quando i MacIntier se ne vanno, scende nel cimitero e, triste, si inginocchia alla tomba della moglie e dei due figli.
Quella sera, durante la cena, alla casa dei MacIntier arriva un esattore. John e George chiedono spiegazione, e l'esattore spiega che lui è venuto solamente per ricevere i soldi in cambio della "promessa" che i banditi non toccheranno la loro proprietà. John però perde il controllo, e picchia l'esattore, che viene buttato fuori dalla casa. }}
 
== Collegamenti esterni ==
Utente anonimo