Differenze tra le versioni di "Lato Side"

m
(WP non è fonte come da linee guida)
 
== Storia della casa editrice ==
Venne fondata nel [[1978]] da Luigi Granetto<ref>[http://www.raccolto.org/comunicaz.html Raccolto <!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref> che curò le edizioni di libri di autori di poesia, di canzoni d'autore, di tradizioni popolari e di cinema. Lato-Side, prima di diventare nel 1978 un editore dedicato alla produzione di libri musicali e non solo, fu una rivista quattordicinale "di musica, poesia e arte" in formato manifesto, prodotta tra il 1976 e il 1977 da [[Anteditore]] di Verona e diretta da [[Michele Straniero]]. Scrive a questo proposito Luigi Granetto "I primi testi della [[Lato Side]] nascono nel 1976 come rivista dell'[[Anteditore]] ed escono solo in edicola sotto forma di rivista; i distributori di libri, infatti, li considerano troppo eccessivi e rivoluzionari. Eccessiva la novità culturale del tema, eccessivo pensare che i testi delle canzoni potessero avere dignità di poesia".. "..sembrerebbe impossibile immaginare che un tempo questi stessi autori vagassero ai bordi della spirale del pensiero ufficiale, considerati marginali dalla cosiddetta "cultura alta", interdetti a entrare nelle sacrestie di quest'ultima: le librerie." <ref>Prefazione a "Battisti contro De André. Il più grande malinteso della musica italiana" di Teodoro Forcellini, Scipioni 2100</ref>. I numeri della rivista Lato-Side erano monografie sui cantautori italiani accompagnate da illustrazioni e lavori artistici. Alcune delle monografie vennero più tardi ripubblicate in forma di libro nella collana omonima, come nel caso delle uscite dedicate a [[Francesco De Gregori]] e [[Roberto Vecchioni]]" <ref>[http://archiviomaclen.blogspot.it/2012/09/lato-side.html Archivio Maclen <!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref>.
 
==La collana Musica e parole==