Differenze tra le versioni di "La leggenda del pianista sull'oceano"

nessun oggetto della modifica
 
== Trama ==
Danny Boodman, un macchinista nero del [[transatlantico]] ''Virginian'', trova un neonato abbandonato in una cassettacassa di [[limone (agrume)|limoni]] nella prima classe della [[nave]]. Gli dà come nome il proprio, Danny Boodman, aggiungendovi l'insegna presente sulla cassetta in cui lo ha trovato ("T.D. Lemon") sostenendo che il significato di T.D. fosse "Thanks Danny" e che quindi lui fosse destinato ad allevare il bambino, ed il secolo dell'anno in cui ha trovato il bambino ([[1º gennaio]] [[1900]]) ("[[XX secolo|Novecento]]"): Danny Boodman T.D. Lemon Novecento sarà poi chiamato solamente con l'ultimo dei suoi appellativi. Danny decide di allevarlo in segreto, per impedire che possano portarglielo via.
 
Il bambino vive così i primissimi anni della sua infanzia nella sala macchine del piroscafo, salvo poi uscirne conoscendo e conquistandosi la simpatia dei restanti membri dell'equipaggio. In seguito alla morte accidentale del padre adottivo, dovuta ad un incidente causato dai grossi lavori nella sala macchine (una carrucola impazzita lo colpisce alle spalle), il fanciullo riesce a sottrarsi ai poliziotti che, dietro ordine del capitano Smith, dovevano prelevarlo e consegnarlo presso un orfanotrofio; scompare per giorni interi, ma infine, con somma sorpresa di tutti, si fa ritrovare una notte in prima classe mentre suona il [[pianoforte]] con eccezionale bravura.
Utente anonimo