Differenze tra le versioni di "Ginecomastia"

m
min
m (min)
}}
 
La '''ginecomastia''' è una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle [[mammella|mammelle]] (composte da tessuto ghiandolare e grasso) che si sviluppano nell'uomo. È normale che durante la [[pubertà]] si assista ad uno sviluppo della [[ghiandola mammaria]] anche nell'uomo ma, dopo breve tempo, questa si atrofizza. Se l'atrofia non interviene, si ha un aumento di volume che non comporta conseguenze se non di tipo psicologico. Una simile condizione si verifica anche in caso di eccessiva conversione del [[testosterone]] in [[estrogeni]], o in casoalcuni di severo aumentocasi di prolattina[[iperprolattinemia]], o per l'assunzione di ormoni femminili, o per incapacità del [[fegato]] di eliminare efficacemente gli estrogeni in eccesso. In questi casi si parla di ''ginecomastia vera''.
 
In altri casi è un accumulo di tessuto adiposo nella zona mammaria a determinare questo aumento di volume, questa condizione si definisce ''ginecomastia falsa'' o ''lipomastia''.
 
Nel caso della ginocomastiaginecomastia vera si può ricorrere a inibitori degli estrogeni, come il [[tamoxifene]] (nome commerciale [[Nolvadex]]) o l'[[anastrozolo]] (nome commerciale [[Arimedex]]).
 
In entrambi i casi, per evitare i problemi psicologici, si può ricorrere anche alla [[chirurgia estetica]]. L'operazione è simile sia in caso di ginecomastia vera che falsa, condizioni che a volte si presentano contemporaneamente.