Differenze tra le versioni di "Andeca"

45 byte rimossi ,  8 anni fa
m
WPCleaner v1.22 - Disambigua corretto un collegamento - Svevi
m (Bot: correggo parametri del template:Bio)
m (WPCleaner v1.22 - Disambigua corretto un collegamento - Svevi)
|Nome = Andeca dei Suebi
|Cognome =
|PostCognome = anche in [[lingua spagnola|spagnolo]], in [[linguaLingua galizianagallega|galiziano]] ed in [[lingua portoghese|portoghese]]
|Sesso = M
|LuogoNascita =
|Nazionalità =
|Categorie = no
|FineIncipit = fu [[Suebi#Re svevi di Galizia|re dei Suebi]] di [[Galizia (provincia romana)|Gallaecia]]<ref>La [[Gallaecia]] corrispondeva all'incirca alle regioni (comunità autonoma) spagnole di [[Galizia (Spagna)|Galizia]], delle [[Asturie]], di [[Cantabria]], di [[Castiglia e León]] ed il nord del [[Portogallo]].</ref>, dal [[584]] alla sua sconfitta e deposizione da parte dei Visigoti ([[585]])
}}
 
Salì al trono, nel [[584]], dopo aver prima deposto, facendolo tonsurare, e poi rinchiudere in un monastero, il precedente re, suo cognato, [[Eborico]], ed averne sposato la madre, Siseguntia, vedova del re [[Miro (Suebo)|Miro]] si fece proclamare re dagli aristocratici, che erano insorti perché Eborico aveva confermato il patto di sottomissione ai [[Visigoti]], stipulato precedentemente da suo padre, Miro.
 
Il re dei Visigoti, [[Leovigildo]], prese a pretesto la deposizione e l'assassinio<ref>Andeca, molto probabilmente, non si accontentò di aver rinchiuso [[Eborico]] in convento, ma lo fece anche assassinare.</ref> di Eborico per poter intervenire, ancora una volta, nel [[regno suebo di Galizia|regno suebo]]; invase immediatamente il territorio suebo e, secondo quanto afferma il cronista [[Sant'Isidoro di Siviglia|Isidoro]], "con la massima rapidità" li sconfisse con due sole battaglie, a [[Oporto|Portucale]] ed a [[Braga|Bracara]]. Battuto e fatto prigioniero Andeca, nel [[585]], fu deposto, costretto a sottoporsi alla tonsura, e rinchiuso in un monastero a [[Beja|Pax Julia]].
 
Il regno svevo fu assoggettato ed incorporato nel regno visigoto, divenendone una provincia; si fece avanti, allora, un pretendente al trono: [[Malarico]], discendente del re Miro.
 
== Voci correlate ==
* [[SveviSuebi]]
* [[Regno suebo di Galizia]]
* [[Vandali]]
* [[Sovrani visigoti]]
495 094

contributi