Derbi Racing: differenze tra le versioni

→‎Motomondiale: foto della Derbi 125 di Nieto
(→‎Motomondiale: foto della Derbi 125 di Nieto)
== [[Motomondiale]] ==
L'attività sportiva della casa iniziò nel [[Motomondiale 1962|1962]], quando esordì nel [[Motomondiale]] con una [[Classe 50|50]] monocilindrica due tempi pilotata dallo spagnolo [[José Maria Busquets]], secondo al [[Gran Premio motociclistico di Spagna 1962|GP di Spagna]] e decimo nel Mondiale. Busquets sfiorò la vittoria al [[Gran Premio motociclistico di Spagna 1964|GP di Spagna 1964]], ritirandosi poco prima della fine per il cedimento di un ammortizzatore. Dopo questi episodi, per vedere i primi risultati di rilievo in classifica si dovette attendere il [[Motomondiale 1968|1968]], quando [[Barry Smith (motociclista)|Barry Smith]] vinse il [[Tourist Trophy]] e terminò il campionato della 50 al terzo posto. Quella del centauro australiano fu la prima vittoria in un GP per la Derbi.
[[File:Derbi GP 125 1972 B.JPG|thumb|left|La Derbi 125 GP vincitrice del titolo mondiale con [[Angel Nieto]] nel [[Motomondiale 1972|1972]]]]
 
Il primo titolo mondiale fu ottenuto la [[Motomondiale 1969|stagione successiva]], con [[Angel Nieto]] primo nella 50, con un nuovo terzo posto di Smith: questo duplice risultato consentì a Derbi di conquistare anche il mondiale marche di categoria.
Nel [[Motomondiale 1970|1970]] Nieto rivinse la 50 ed arrivò secondo in [[Classe 125|125]], mentre l'anno successivo accadde l'opposto, con la Derbi che si aggiudicò i mondiali marche delle due categorie a fasi alterne. Il [[Motomondiale 1972|1972]] fu l'anno del trionfo con Nieto bicampione e la Derbi ancora prima in 125: questi risultati furono gli ultimi perché Nieto non andò oltre ad un terzo posto nel [[Motomondiale 1974|1974]], ritirandosi a fine stagione. Nel [[Motomondiale 1971|1971]] aveva debuttato anche una [[Classe 250|250]] bicilindrica, vincitrice nel 1972 del [[Gran Premio motociclistico d'Austria|GP d'Austria]] con lo svedese [[Börje Jansson]] e del campionato spagnolo tra il [[1971]] e il [[1980]] con Nieto e [[Benjamin Grau|Grau]].